Arriva Telegram, l’alternativa gratis e sicura a WhatsApp

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  26 febbraio, 2014  |  Nessun commento
26 febbraio, 2014
telegram_whatsapp

Visite: 5312

Da quando Facebook ha ufficializzato l’acquisto miliardario (19 miliardi di dollari) dell’applicazione di messaggistica istantanea più famosa al mondo, WhatsApp, molti utenti hanno deciso di cercare valide alternative ad una delle applicazioni più usate di sempre. In particolare è cresciuta in modo esponenziale il numero di download di Telegram, un’applicazione molto simile a Whatsapp, in grado di offrire le stesse funzionalità il tutto però gestito da applicazioni/client open source.

Proprio gli amministratori di Telegram hanno riscontrato negli ultimi giorni un vero e proprio boom di attivazioni (conta già più di cinque milioni di download, di cui 800 mila solo negli utlimi giorni) balzando in vetta della classifica di Google Play Store.

 

Differenze Telegram – Whatsapp

Telegram, come WhastApp, ha una grafica snella e non presenta banner pubblicitari al suo interno. A differenza del concorrente da cui ha preso ispirazione, Telegram è completamente gratuita, e come riporta la descrizione dell’app sul Play Store

Telegram is free and will always be free. We do not plan to sell ads or introduce subscription fees.

  • Telegram si presenta con un’interfaccia molto intuitiva e sotto alcuni aspetti molto simile a quella di Whatsapp;
  • Telegram utilizza standard di sicurezza migliori di Whatsapp grazie ad un sistema di crittografia a 256 bit delle conversazioni;
  • Telegram dispone di client multipiattaforma (Windows, Mac, Linux, Android, iOS e anche Windows Phone) che permette di chattare con i propri amici anche da PC, funzionalità attualmente non disponibile su WhatsApp);
  • Cloud-Based: a differenza di Whatsapp è possibile usare Telegram contemporaneamente su più dispositivi, e avere i messaggi sincronizzati;
  • Possibilità di creare chat segrete in Telegram (contraddistinte dall’icona del lucchetto) per avviare chat più criptate e sicure (non si sincronizzeranno però tra i vari dispositivi su cui si è installato Telegram);
  • Telegram è Gratuito, senza canoni o pubblicità, mentre Whastapp l’applicazione richiede il pagamento di un canone di 89 centesimi annui;
  • La procedura di autenticazione funziona nello stesso identico modo di Whatsapp: inserimento del proprio numero telefonico, ricezione di un codice da inserire, e possibilità di inserire nome e cognome o anche solo il nome (o un nickname). Telegram, a differenza di Whastapp, permette di configurare anche un numero diverso da quello presente sul dispositivo in uso poichè manda il codice al numero che abbiamo digitato senza controllare che coincida con il numero della sim in uso;
  • Unico vero punto debole di Telegram è che per ora non consente l’invio di note vocali.

In definitiva Telegram ha delle potenzialità notevoli e una semplicità di utilizzo che sembrano essere maggiori rispetto a Whatsapp.

Qualcuno di voi sta già utilizzando Telegram?

Google Play Badge

 

 

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: