La Rete e’ una vitamina per tutti… Basta un poco di buon senso e la pillola va giu’

Scritto da:     Tags:  , , , , , ,     Data di inserimento:  9 febbraio, 2014  |  Nessun commento
9 febbraio, 2014
nonnetek

Visite: 1025

Il web permette a chiunque di produrre contenuti. Anzi, siccome ha abbattuto le barriere di ingresso, possiamo affermare che la Rete è una formidabile vitamina, che consente a chiunque di esserci e di partecipare. Non solo. Grazie a essa, molte persone hanno creato realtà produttive in grado di produrre ricchezza, benessere, oltre a facilitare la vita o il lavoro a milioni di persone nel mondo.

Con una battuta, la pioggia cade su tutti: su chi ha l’impermeabile, l’ombrello, o un bel nulla.
Proprio come il web, che non aiuta solo lo smanettone a creare soluzioni software.

Non si contano le persone che, per esempio, hanno rispolverato passioni, hanno ripreso a studiare, si sono inventate un lavoro.
I governi, democratici e non, non sono rimasti a guardare: NSA docet.

I criminali grazie alla Rete, alla sua facilità che permette a chiunque di collegarsi con smartphone o computer, possono contare su un numero enorme di potenziali vittime alle quali rubare denaro, identità, e altro ancora.

Che dopo la faccenda NSA le aziende della Silicon Valley facciano la voce grossa, sta bene. Ma lo fanno per difendere i loro interessi. Benché possa essere paradossale, l’NSA è l’ultimo dei problemi.

Bisognerebbe invece chiedersi quanti danni produce alle medie e piccole aziende italiane il “web alla carlona”, dove contenuti e brand sono gestiti con disinvoltura da persone che non hanno idea di che cosa stanno facendo. E disinvoltura è ormai sinonimo di mancanza del più elementare buonsenso.
Oppure guardare a come l’argomento della privacy sta tenendo banco nelle discussioni degli utenti delle reti sociali. Ammesso che si discuta, e non si ripieghi sull’insulto, non se ne parla affatto. La protezione dei dati sensibili? Aramaico antico, probabilmente.

E non si tratta affatto della mancanza di strumenti per difendersi. Esistono, e uno l’ho indicato in precedenza: buonsenso. Che viene prima delle soluzioni software e hardware che pure esistono, e sì, richiedono un minimo di impegno per essere comprese e usate. Come se noi non valessimo almeno lo sforzo di capire. A proposito di questo: il capire.
Uno degli altri strumenti a disposizione di tutti noi è la conoscenza, o almeno la consapevolezza. Che dovrebbe condurre a capire che il web ha a che fare con tre ingredienti fondamentali della vita di ciascuno:

  • potere
  • informazioni
  • opportunità

Quando si perdono di vista questi elementi apriamo un varco alle tossine e lo chiudiamo alle vitamine.
Argomento complesso come si può intuire, magari ne riparleremo.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: