Paper cambia Facebook in meglio? Tutti i segreti della nuova app

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  8 febbraio, 2014  |  Nessun commento
8 febbraio, 2014
paper-facebook-app

Visite: 2267

Se su Facebook si postano notizie e link a siti di notizie, non si può non comprendere il senso di Paper, nelle idee di Zuckerberg un servizio in totale contrapposizione al dominante Google News. Paper, che ha fatto il suo esordio negli Usa ma tra non molto sarà pure sugli schermi europei,  è una app che mette la personalizzazione delle fonti di informazione – ovvero le fan pages ufficiali o le app - prima di tutto e lascia disponibile il resto dei servizi (chat, eventi ecc.) a un livello secondario.

Obiettivi e strategia

Si tratta di un vero cambio di strategia, per Facebook: proprio come ha fatto Google News, anche Paper vuole differenziarsi dal padre Facebook e prendere una sua strada. Ma cos’è esattamente Paper? Primo: il news feed di Facebook è più curato graficamente, con foto a tutto schermo, video e una presentazione migliore di testi e link. Il news feed è quello che si vede quando si apre il sito di Facebook: il modo più importante con cui la società presenta dal 2006 i nuovi contenuti pubblicati sul sito.

Paper soppianta il news feed e mette insieme le “storie” (Facebook parla sempre di storie, che diventano qualcosa di simile all’unità di base dei contenuti) di un gran numero di amici, le homepage dei giornali, i video, e riorganizza tutto per argomenti dandogli un titolo come “Notizie” o “Pianeta”.

Il senso finale di Paper potrebbe essere questo: siccome circa il 50% di chi usa Facebook lo fa come fonte di informazione magari al pari di Twitter, più di Google News e di Linkedin, è giusto fornirgli un vero giornale di bordo.

Paper, come gli altri servizi simili, sarà il nuovo campo di battaglia dopo Google News e, a quel punto, quanto varrà la capacità di fare traffico o di comprarlo (Seo e Sem) rispetto alla capacità di conquistare gli utenti? Paper potrebbe essere uno degli strumenti per la fruizione di un’informazione plurale e indipendente.

Paper-Facebook

Interfaccia e grafica

L’app, quindi, consentirà di pubblicare su Facebook aggiornamenti di stato, foto e storie che possono poi essere viste dagli amici ma in modo completamente diverso dal solito. Ok, ma come si presenta Paper, che per ora è disponibile solo per iPhone negli Stati Uniti?

Il logo è in helvetica light, e appena avviata l’app (che pesa poco meno di 60 MB), è possibile aggiungere al consueto feed di notizie dagli amici una serie di canali tematici, scegliendoli tra una ventina, disposti a raggiera sul fondo della pagina.

Per abilitarli, è sufficiente spostare le varie card nella parte alta e sistemarle nell’ordine preferito: prima Ideas, poi Family Matters, o prima Headlines, quindi Poplife e Planet, in assoluta libertà. Si tocca “Done” ed è fatta: se per primo rimane il feed degli amici, Paper è una versione completamente ridisegnata di Facebook, con molto più spazio per le notizie, se invece si decide di cominciare con una sezione news, diventa davvero un giornale personalizzato.

In ogni sezione c’è una storia principale, fissa in alto, e una serie di altre storie, in basso, che si possono scorrere orizzontalmente. Un tocco e si aprono come anteprima a tutto schermo, per leggere la storia la si allarga con due dita, come per ingrandire una foto: la pagina si espande con un effetto simile a Flipboard.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: