Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Innovazione / Marketing

iWatch a ottobre a 150 euro in coppia con iPhone 6?

iWatch a ottobre a 150 euro in coppia con iPhone 6?
2 minuti di lettura

Accoppiata iWatch-iPhone 6 in vista a ottobre 2014? Può darsi: di sicuro entro il 2014 sarà ora di iWatch. L’orologio Apple lo attendono tutti: costerà presumibilmente attorno ai 150-160 euro (199 dollari il prezzo di lancio Usa). La domanda che tutti si fanno è: avrà presa sul pubblico o fallirà miseramente come fatto dal Galaxy Gear di Samsung che si è rivelato un totale flop?

Risposta: chissà. Innanzitutto perché l’iWatch sarà a costi abbastanza contenuti, e poi perché, si sa, quando ci si mette di mezzo Apple c’è sempre un qualcosa di ‘fedele’ che trascende ogni considerazione meramente tecnologica. L’ipotetico iWatch potrebbe avere la batteria solare, per ricaricarsi con il sole e il movimento.

Così almeno se lo immagina il New York Times. Ma poiché il quadrante che funge da pannello solare non sarebbe sufficiente per svolgere le funzioni di smartwatch, l’iWatch dovrebbe essere in grado di sfruttare l’energia cinetica del movimento. L’iWatch, infine, potrebbe anche avere un display curvo, cosa che la Mela non ha mai osato neppure con i più recenti iPhone.

20140203_apple_iwatch

Caratteristiche principali

L’iWatch avrà un display touchscreen ed iOS (8?) come sistema operativo: queste le due certezze assolute. Sul display bisognerà vedere quante versioni verranno commercializzate sul mercato, visto che i rumors narrano che l’iWatch potrebbe debuttare sia con lo schermo da 1,7 pollici che con quello da 1,3. Altri dubbi riguardano poi le materie prime con cui verrà realizzato: secondo i più il corpo dell’indossabile sarà di alluminio, per altri alcuni componenti potrebbero essere in Liquidmetal.

Per rendere più intuitivo il funzionamento di iWatch, il numero di pulsanti laterali verrà limitato: quindi, Siri, il software di assistenza vocale, avrà un ruolo cardine nell’attivazione dei comandi tramite controllo vocale. Tra le altre caratteristiche di iWatch, vale la pena soffermarsi sulla quasi certa presenza dell’Home Sharing che permetterà ad ogni possessore di effettuare l’accesso ai contenuti musicali, ai video su qualsiasi dispositivo utilizzato nelle quattro mura domestiche.

Scontata la presenza del Bluetooth 4.0, dell’RSS Reader e del sistema di previsioni meteo. Per quel che riguarda la musica, invece, l’iWatch dovrebbe integrare un lettore in grado di archiviare ben 16 GB di file pronti per essere riprodotti.

Ultimo ma non per ultimo, l’aspetto informativo-sportivo dell’iWatch. Per Apple, infatti, l’orologio cupertiniano dovrebbe essere dedicato in particolar modo a salute e fitness. Secondo le fonti interpellate da 9to5mac, l’iWatch raccoglierà le informazioni sui passi compiuti durante il giorno, su calorie bruciate, pressione, livello di glucosio e di idratazione. Un incrocio fra un personal trainer e un infermiere a portata di polso.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register