Whatsapp: come far sparire per sempre l’ultimo accesso

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  3 febbraio, 2014  |  Commento
3 febbraio, 2014
whatsapp

Visite: 24452

Ci sono due chiodi fissi sistematici, per chi bazzica in continuità su Whatsapp: il primo riguarda l’ultimo accesso o meglio l’indicazione temporanea (data e orario) del nostro ultimo accesso alla app, il che, per tutti i nostri contatti, indica quando effettivamente abbiamo esplorato Whatsapp per l’ultima volta. La sua variante sottile – ma neppure tanto – è sapere quando una persona si è connessa a Whatsapp, ma sempre senza far aggiornare l’ora del nostro ultimo accesso.

Il secondo riguarda il blocco degli utenti, che su Whatsapp inizia a impazzare e che, qualcuno, vorrebbe approfondire: se l’amico “x” mi ha bloccato, come faccio a saperlo?

Ultimi accessi

Per quel che riguarda il mio ultimo accesso per leggere un messaggio, esiste un software denominato Whatsapp Anonymus, che costa 0.50 centesimi e fa letteralmente scomparire la dicitura “ultimo accesso alle ore xx.xx.

Funziona così: invece di aprire Whatsapp, che aggiornerebbe la nostra presenza online, apriamo prima questo software e poi il programma di chat. Su Anonymus leggiamo, scriviamo, rispondiamo e poi usciamo.

L’applicazione si occuperà di disconnetterci dalla rete al momento dell’apertura e di riconnetterci all’uscita (e quindi a inviare i messaggi in coda). Questo metodo permette di non far aggiornare il contatore della presenza online.

Con Spy Whatsapp, invece, il principio di funzionamento è lo stesso (ovvero l’applicazione chiuderà tutte le connessioni date per qualche secondo) ma il risultato è diverso: grafica discutibile ma molto efficace per vedere chi si è connesso e a che ora senza a nostra volta far vedere che ci si è connessi.

Blocco utenti: come scoprirlo

Se un nostro contatto ci blocca l’account Whatsapp, non potremo più inviare messaggi, vedere l’ultimo accesso, guardare la foto del profilo e leggere lo status. Ma, ovviamente, non è semplice scoprire chi ci ha bloccato fin quando non interagiamo. E quindi? Ci sono tre passaggi per esserne sicuri:

  • Ultimo Accesso: la dicitura “ultimo accesso oggi alle ore xx.xx” ci consente di sapere se e quando il nostro contatto si è connesso a WhatsApp per l’ultima volta e, in mancanza di questa frase, possiamo già avere un primo presentimento di essere stati bloccati dal nostro ormai ex amico che non ne vuole più sapere nulla di noi.
  • Prova di invio messaggio: inviando un qualsiasi messaggio, vedrete che le afd0b036625a3aa8b6399dc8c8fff0ff Come Scoprire Se Un Contatto Ci Ha Bloccato Su WhatsApp guide  whatsapp contatti bloccati android  non saranno più due, ma solamente una 4385125bdd1e3025880f3311517cc8d5 Come Scoprire Se Un Contatto Ci Ha Bloccato Su WhatsApp guide  whatsapp contatti bloccati android , il che significa che l’interlocutore non ha ricevuto il messaggio e abbiamo un’altra prova a disposizione per essere sempre più certi di essere stati bloccati.
  • Foto del profilo e status personale: se le prime due situazioni, come visto sopra, possono anche essere figlie di utilizzi software particolari, quando non riusciamo più a visualizzare la foto del profilo del nostro contatto e nemmeno a leggere lo status personale, allora il blocco è pressoché certo.

Lascia un commento

  • ricky

    Ciao chi mo sa dire se si può bloccare una persona facendogli vedere sempre la stessa foto?