Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Generazione Whatsapp: quattro cose da sapere subito

Generazione Whatsapp: quattro cose da sapere subito
5 minuti di lettura

Siamo tutti un po’ Whatsapp, e soprattutto siamo la generazione della messaggistica: noi, probabilmente, siamo ancora quelli degli sms, ma i nostri figli saranno solo Whatsapp e similari, perché la strada era già tracciata da qualche mese ma adesso che c’è il sorpasso ufficiale sul vecchio sistema di scambio dati ne siamo ancor più consapevoli.

Whatsapp ha raggiunto i 430 milioni di utenti attivi mensili e ha sfondato la soglia dei 50 miliardi di messaggi inviati ogni giorno. Limitatamente agli ultimi 4 mesi, Whatsapp ha attratto 100 milioni di nuovi utenti, in gran parte persone che in precedenza utilizzavano gli sms come principale opzione di messaggistica. Il CEO di Whatsapp, Jan Koum, non ha fatto tutti i calcoli ma è pressoché certo che Whatsapp abbia ormai superato, in termine di volume di messaggi inviati, i vecchi e per certi versi obsoleti sms.

Installare Whatsapp su Pc e Mac

L’utilizzo prioritario di Whatsapp è su smartphone, ma proprio come quasi tutte le app di messaggistica (Facebook Messenger, Viber e Skype che però è un po’ diversa, le più popolari in Italia), può essere installato su Pc Windows e Mac.

Vediamo come, visto che un’applicazione ufficiale non è ancora stata rilasciata. Per quel che riguarda i Pc, si tratta di installare inizialmente l’emulatore Android sul computer, ed in seguito installare Whatsapp al suo interno; sarà come installare l’app su un qualsiasi dispositivo Android, tanto che dopo l’accoppiamento col numero telefonico potremo iniziare a messaggiare tranquillamente.

Ok, ma la procedura? Prima va scaricato e installato BlueStacks App Player sul computer, poi si può installare Whatsapp andando sulla lente di ingrandimento in alto a destra (icona blu), cercando e installando Whatsapp usando ovviamente l’account Google.

Whatsapp_Pc

La procedura seguente riguarda l’accoppiamento del numero di telefono, visto che Whatsapp, come oggi fanno anche Viber e FB Messenger (ma non Skype) si identifica con un numero determinato: solita verifica, attendere qualche minuto, e poi sarà possibile inviare e ricevere messaggi. Ma attenzione: per poter inviare i messaggi dsarà necessario aggiungere i contatti, usando l’emulatore come uno smartphone/tablet Android.

Attenzione: a differenza di iMessage e Viber che permettono l’uso dello stesso numero su più piattaforme, Whatsapp associa il numero ad un’unico dispositivo soltanto: se nell’applicazione installata sul computer usate il vostro numero principale, non potrete usarlo anche sul telefono.

In poche parole: 1 numero = 1 dispositivo. Questo è uno dei grandi limiti di Whatsapp, giustificato dal fatto che è un servizio a pagamento in abbonamento (i famigerati 89 centesimi di euro all’anno).

Installare Whatsapp su tablet WiFi

Ci sono tantissimi tablet, iPad compresi, che non sono dotati di connessione dati 3G. E allora come si fa con l’installazione di Whatsapp? Come si bypassa la mancanza di permesso di root sul tablet senza sbloccarli per non perdere la garanzia?

La procedura è abbastanza semplice e comprende due applicazioni, Go contacts Pro (una rubrica alternativa) disponibile nel Google Play Store e, ovviamente, Whatsapp da installare tramite apk!. Per installare Whatsapp sul tablet basterà scaricare l’APK e selezionarlo con un qualunque file manager Android (prima bisogna spuntare la voce sorgenti sconosciute nelle Impostazione di sicurezza del tablet).

Una volta installate le due applicazioni, basterà avviate per prima Go Contacts Pro e verificare se sono presenti i contatti (in caso contrario vanno inseriti manualmente). Poi, ci siamo: aprire Whatsapp per effettuare la configurazione dell’account ma attenzione, la verifica via sms non funzionerà non essendoci modulo 3G e nessuna scheda SIM quindi per “loggare” sarà necessario effettuare una verifica telefonica che consiste nel ricevere una chiamata gratuita dove verrà comunicato il codice di attivazione.

whatsapp-for-tablets

Come già indicato nell’installazione per Pc e Mac, ricordatevi anche qui che se avete Whatsapp anche sul vostro smartphone, esso smetterà di funzionare. Potete utilizzare Whatsapp solo su tablet o solo su smartphone, non contemporaneamente (almeno per lo stesso numero).

Spiare Whatsapp e’ possibile?

Molti me lo chiedono, e ricordando che è contro la privacy, vediamo se c’è un modo. E’ possibile spiare le conversazioni Whatsapp di qualcun altro? La risposta è “ni”. Ci sono infatti tantissimi siti, uno fra i molti è StealthGenie, che consentono di spiare Whatsapp, ma andiamo per gradi.

Whatsapp consente di messaggiare con un solo contatto ma anche di creare gruppi, funzione ultimamente molto gettonata perché di fatto è una sorta di chat ristretta agli effettivi interessati (tutti i membri di una squadra, gli invitati a una festa, i membri della famiglia, l’ufficio, ecc).

StealthGenie consente di rilevare la condivisione di file video e foto, le chat e il posizionamento di un dispositivo target, un modo semplice per sapere dove si trovano i vostri amici ed essere aggiornati in tempo reale sulle dinamiche del gruppo senza essere scoperti.

Per spiare Whatsapp bisogna comunque accedere per poco tempo al cellulare spia e inserire la app che resta nel dispositivo spiato senza possibilità di essere individuata. Questo consente di inviare con una determinate frequenza tutte le conversazioni, i file scambiati e la posizione del cellulare spia. Un altro modo, da remoto, non esiste.

E’ una pratica, diciamolo chiaramente, molto controversa e discutibile che si può giustificare solamente in casi estremi tipo genitore-figlio: effettivamente, Whatsapp e altre app di messaggistica oggi, se utilizzate in modo sbagliato, possono portare anche a spiacevoli conseguenze e un certo controllo può essere utile. Resta però il problema – anzi il diritto… – alla privacy: il tutto non è legale ed è perseguibile per legge.

Invio multiplo di foto

WhatsApp ha recentemente introdotto una nuova funzione che consente di inviare più di una foto contemporaneamente in una singola chat o in un gruppo. Tuttavia, il picking delle immagini non è illimitato: se ne possono, infatti, selezionare massimo 10.

C’è un modo per superare il limite? Si. Serve un iPhone jailbroken con iOS 7 e, chiaramente, Whatsapp già installato. Aprire Cydia, ricaricare l’elenco dei pacchetti e quindi cercare il tweak “Whatsapp Unlimited Media“. Una volta individuato il pacchetto, premere su di esso e quindi su “Installa”, seguito subito da “Conferma”. Partirà l’installazione del tweak sul dispositivo e, dopo un riavvio del terminale, il suo effetto sarà finalmente attivo.

Se si vorrà riabilitare il vecchio limite, basterà disinstallare Whatsapp Unlimited Media da Cydia, eseguendo il procedimento inverso.

1 Comment

  1. Ingegneri informatici e esperti della sicurezza telematica offrono dietro generosissimo compenso in denaro, recupero password di social network e caselle e-mail, recupero tabulati telefonici di qualsiasi gestore, recupero conversazioni sms e whatsapp, rintraccio conti correnti e depositi bancari, ricerca da numero mobile verso anagrafica, geolocalizzazione BTS e GPS di qualsiasi numero mobile anche a ritroso, intercettazioni telefoniche.

    Nota bene: A differenza di diversi truffatori che pubblicizzano i loro servizi a prezzi irrisori come 250€ o 300€ noi forniamo il nostro contributo solo per grosse cifre economiche. Se siete disposti ad investire moltissimi soldi vi daremo tutto quello di cui avete bisogno.

    Noi non forniamo consulenza senza impegno o senza obbligo d’acquisto. Per evitare perditempo ogni trattativa con noi è vincolante.

    E-mail: rossi_mario63@yahoo.it

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>