Apps & Mobile / in evidenza / Informazione / Marketing / Strategia

iPad Air, iPad Pro, iPhone 6: la poesia aumenta il valore

iPad Air, iPad Pro, iPhone 6: la poesia aumenta il valore
2 minuti di lettura

Loro sanno sempre come fare, e cosi facendo l’iPad Air, l’iphone 6 e tutti i prodotti Apple restano lassù, un gradino sopra a tutti, perché se alla qualità abbini anche la saggezza e, grande idea, la poesia, ti confermi numero 1 nella percezione del prodotto che, nel 2014, spesso va oltre al prodotto stesso.

Ecco perché il nuovo spot dedicato all’iPad Air, e che ha come riferimento un celebre discorso del Professor Keating (Robin Williams) ne L’Attimo Fuggente, nella sua semplicità, è stupefacente: mentre gli altri puntano su belle donne, cyberspazio e scenari futuristici, la Mela va sul classico, anzi ancor meglio sul poetico che diventa sentimentale, perché anche un iPad Pro, sotto sotto, è un’opera d’arte.

Il senso dell’iPad Air (e dell’iPhone 6 e di tutte le invenzioni cupertiniane) del resto è questo: un susseguirsi di scene che mostrano la versatilità e i mille usi che di questo ultimo ritrovato della tecnica si possono fare. E poco importa che, mentre scorrono quelle parole, ci siano ragazzi che giocano a hockey o un coraggioso fotografo che, con l’Ipad Air, vuole immortalare una cascata mentre sprigiona tutta la sua potenza.

Poco importa se “il tuo verso“, come è intitolato il filmato sull’iPad Air, è comparabile ad avventure di scalatori, coreografie indiane, gesti sportivi: il potente spettacolo, come dice Keating, continua grazie alla poesia e all’emozione che un singolo momento sa dare.

Un minuto e mezzo di emozioni forti, spot azzeccato e tanta voglia di capire come fanno – qualcuno dice che non sono ma fanno – a dare molta più potenza anche all’iPad, che è una tavoletta elettronica teoricamente fredda e piena di bit senz’anima. “Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo“: non è forse tutto ciò molto simile all’indimenticabile “stay hungry stay foolish” di Steve Jobs?

Il nuovo iPad Pro

Proiettati sul futuro, verso il prossimo iPad Pro, versione migliorata dell’Air a 590 euro con schermo da 12 pollici che si affiancherebbe all’iPad Air da 9.7 pollici e l’iPad Mini da 7.9 pollici e prestazioni più elevate rispetto al precedente.

ipad-Pro

 

Il nuovo iPad Pro avrà dimensioni simili a quelle dell’attuale MacBook Air da 13.3, mentre il display offrirà una densità pixel per pollice superiore che avvicinerà la risoluzione a quella definita dallo standard UHD (Ultra High Definition). Batteria ultraresistente (48 ore?), l’iPad Pro dovrebbe montare il sensore di impronte digitali TouchID presente sul prossimo iPhone 6.

Il nuovo iPhone 6

Schermo tra i 4.7 e i 5.7 pollici in vetro zaffiro ultra-resistente, nuovo design: l’iPhone 6, che gli ultimi rumors danno sul mercato dal prossimo maggio, integrerà il nuovo SoC A8 realizzato da TSMC con processo produttivo a 20 nanometri.

Memoria da 2 GB di ram, processore proprietario A8 (Quad-core?), sblocco facciale Eye-id, fotocamera anteriore da 13 megapixel, storage fino a 128 GB e batteria migliorata con spessore scocca del dispositivo inferiore all’attuale iPhone 5S. Prezzo? Attorno agli 800 euro.

La retina Scanner Eye ID utilizza una tecnologia per la scansione della retina dell’utente, per sbloccare il dispositivo e di eseguire tutte le operazioni che l’ID Touch non consente.

iphone-6

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>