Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

BlackBerry ci riprova: smartphone con tastiera a 199 euro!

BlackBerry ci riprova: smartphone con tastiera a 199 euro!
1 minuti di lettura

L’idea è suggestiva, la speranza è l’ultima a morire: BlackBerry, soppiantato ormai dagli iPhone e dagli Android di ultima generazione che non lasciano scampo ai vari Z10, Z30 e Q10, non ha più alternative e fa quello che deve.

Blackberry ripropone il suo modello di punta, quello con la tastiera fisica, e ne abbassa il prezzo scollinando, per difetto, i 200 euro. Il dispositivo, secondo fonti abbastanza affidabili, arriverà sul mercato Usa entro la fine del 2014.

Se la strategia di John Chen, nuovo CEO della società canadese, darà frutti, lo scopriremo poi: a Las Vegas, nel corso del CES 2014, si è parlato di smartphone, di strategie di rinascita e della possibilità di rivedere uno smartphone BlackBerry low cost che possa, un po’ vintage e un po’ economy, resuscitare la storica azienda di telefonia finita ultimamente in rosso.

L’idea ambiziosa di John Chen è quella di salvare BlackBerry abbassando i prezzi dei propri smartphone, che punteranno alla fascia medio-bassa del target e cercheranno di aggredire il mercato con prezzi al di sotto dei 200 euro.

Il fascino della tastiera QWERTY che tornerà trionfante dopo la delusione della tastiera touch, di base, potrebbe anche convincere qualcuno, soprattutto i manager più nostalgici e, perché no, anche un tantino meno innovativi: però, essendo il BlackBerry un prodotto grosso modo di fascia media, siamo sicuri che tornare alle origini mantenendo specifiche tecniche di basso profilo serva a qualcosa?

Chen punta a una rifocalizzazione del business su clienti aziendali e governativi, ovvero la fonte primaria di utenza che portò BB al successo negli anni d’oro: è una strategia semplice ma anche rischiosa, perché tornare indietro in un settore, quello della telefonia, dove tutto evolve continuamente, può anche rivelarsi un’arma a doppio taglio.

Il tempo stringe: BlackBerry ha un anno e mezzo di tempo per capire se i nuovi smartphone low cost la salveranno dalla chiusura. Ovviamente, BlackBerry punterà forte sul servizio di messaggistica BlackBerry Messenger, che ha riscosso un ottimo feedback da parte degli utenti e sarà alla base del nuovo smartphone.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register