Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Beni comuni / Blogger / E-government / in evidenza / Informazione / Innovazione / Marketing / Pionero Digital Relax / Social Innovation / Strategia

Un anno vissuto pericolosamente

Un anno vissuto pericolosamente
2 minuti di lettura

Compito del Direttore scientifico è anche quello di tirare le somme dopo un anno intero di Pionero vissuto fra gli alti e bassi dell’innovazione in salsa spaghetti e mandolino.

Il nostro titolo secondario sotto il logo di Pionero riporta: ‘digital innovation‘ a testimonianza di una convinzione che pervade tutta la redazione diffusa a cui fa capo il nostro progetto, ovvero tutti i blogger che si alternano nel riportare visioni, buone pratiche, strumenti, previsioni e sensazioni sul digitale come prassi, come volano di crescita e, soprattutto, a buon diritto come pilastro insostituibile della cultura dei tempi moderni.

Però viviamo in un paese che si fa continuamente del male e le riflessioni dei nostri blogger sui fattacci degli ultimi giorni (webtax, equo compenso, ecc.) rafforzano questa convenzione. Un paese che cammina pericolosamente sull’orlo del baratro ignorando cosa succede sopra, sotto e attorno. Ovunque! Ignorando il modernismo, le opportunità indotte dal cambiamento e dal nuovo.

Con queste condizioni sarebbe difficile per tutti ostinarsi in un percorso irto di trappole e pericoli. Noi stessi siamo parte dell’editoria on-line, dunque di un paradigma ancora etereo poco normato e soprattutto ignorato da chi fa politiche strutturali.

Eppure ci crediamo, con tenacia.

A testimonianza di ciò ci sono i numeri (10.000 view giornaliere), alcuni contratti pubblicitari, l’enorme interesse alle nostre pubblicazioni: http://www.pionero.it/i-libri/ (a tal proposito va ricordato che il gruppo Maggioli ha acquisito nel corso di quest’anno il catalogo Apogeo Educational: http://ordini.maggioli.it/clienti/apogeoeducation.php) e il continuo interesse dei produttori che ci mandano prodotti e servizi da recensire.

Siamo aumentati anche come blogger, in quantità e in qualità. La redazione fissa è ora più strutturata e assiste la redazione diffusa con maggior efficacia, senza mai esercitare controllo editoriale sulle opinioni.

Pionero è e rimarrà una frontiera libera che ognuno può attraversare per esprimere le sue idee o le sue provocazioni sull’innovazione digitale. Andiamo orgogliosi di questo e vogliamo continuare ad esserlo, ponendoci un traguardo per il 2014: SOCIAL FIRST!

Social first perchè il nostro grande pubblico è fatto di lurker e professional, ovvero quelli che ancora stentano ad abitare la rete e il social web. E allora faremo uno sforzo dedicando più attenzione anche ai nostri canali, Twitter, Facebook e GPlus in primis.

Buone feste a tutti

Gianluigi Cogo

Credits immagine in evidenza
Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Gianluigi Cogo
Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde cultura digitale nella Pubblica Amministrazione. In rete dai primissimi anni ‘90, a Venezia fonda la prima rete civica ‘Venice On-Line’ e poi il primo portale cittadino: ‘Venezia.Net’. Verso la fine degli anni ’90, assieme ad altri colleghi, crea il primo network dei Comuni della Provincia di Venezia ‘Polo Est’ e, infine, uno dei primi social network italiani: ‘Networkingitalia.it’. Presso la Regione Veneto (dove ora ha la responsabilità della Community Network inserita nella struttura di e-government) crea la prima rete intranet basata su workspace e dinamiche 2.0. Sviluppa, insieme ad altri colleghi di diverse regioni italiane, Ritef, la ‘rete delle regioni per l’e-learning’ ed è fin dai primi anni 2000 uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia. Attualmente svolge consulenze per Università, Centri di Formazione Pubblici e Privati e Ministeri, per divulgare le dinamiche e i valori della ‘collaborazione e della partecipazione’. E’ docente presso la Facoltà di Informatica dell’Università Ca Foscari di Venezia del corso ‘Social media e smart apps’, Presidente di Assint (Associazione per lo sviluppo dell’innovazione e delle nuove tecnologie), è stato anche Segretario Generale dell’Associazione Italiana per l’Open Government, Componente del Comitato Scientifico della rivista Egov, membro dell’esecutivo dell’Istituto per le Politiche dell’Innovazione, fondatore/animatore della rete degli innovatori della pubblica amministrazione, consulente di FormezPA e molto attivo con il suo blog: http://webeconoscenza.net/. Ha ideato e promosso il primo Barcamp degli innovatori della Pubblica Amministrazione e collabora come docente e curatore scientifico per master e corsi sull’e-government 2.0 e sull’Enterprise 2.0. Scrive su diverse riviste del settore e ha pubblicato i libri: ‘La cittadinanza digitale’ , ‘I siti web delle Pubbliche Amministrazioni’ e ' I Social Network nella PA'.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register