Domini .vin e .wine, giorni decisivi per la protezione delle IG su Internet

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  19 novembre, 2013  |  Nessun commento
19 novembre, 2013
vigneto

Visite: 1155

La promozione delle specificità e delle eccellenze locali non può che passare da Internet: che sia una destinazione turistica o un prodotto tipico, se non ci sei non sei…  La curiosità è che ora anche la loro protezione – si intende dal rischio di sfruttamento improprio delle denominazioni - deve estendersi alla Rete. Stiamo parlando nello specifico dell’iniziativa dell’Icann di commercializzare, al miglior offerente, domini come .vin, .wine, .food, .cheese… e del pericolo che società estranee al settore possano acquistare indirizzi come ”prosciuttodiparma.food” o “chianti.wine” senza alcun reale legame con queste eccellenze.

Già nei mesi scorsi alcune associazioni avevano scritto al Presidente del Consiglio Letta e ai ministeri interessati denunciando l’iniziativa dell’Icann e la Kroes aveva scritto all’organismo mondiale che ”in nessun caso possiamo essere d’accordo di avere .vin e .wine su Internet senza garanzie sufficienti che saranno protetti efficacemente i diritti e gli interessi dei titolari di indicazioni geografiche, dei consumatori e dei prodotti. La nostra posizione sulla sostanza non è cambiata”.

Nella ricerca di un accordo tra le parti l’Icann ha deciso di dedicare alla questione una riunione ad hoc, che avverrà proprio questa settimana  a Buenos Aires, dove si affronteranno i produttori di vino europei, sostenuti con forza dalla vicepresidente della Commissione Ue all’Agenda digitale, Neelie Kroes, e le società che vogliono attribuirsi i nuovi domini web .vin e .wine.
Un dialogo tra il settore viticolo europeo e i candidati ai nuovi domini è stato avviato. Tuttavia, in caso di mancata intesa, l’Efow (la Federazione europea dei vini di origine) chiede “alla Commissione e agli Stati membri di fare tutto il possibile per impedire la creazione dei domini .vin e .wine e di proteggere le IG su Internet”.

Lascia un commento