Ragazze Digitali: idee per un futuro smart

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  17 novembre, 2013  |  Nessun commento
17 novembre, 2013
Ragazze_digitali

Visite: 1547

La delegazione di Reggio Emilia dell’ associazione EWMD (European Women’s Management Development), in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio, ha creato “Ragazze Digitali: idee per un futuro smart!”, una iniziativa sul tema del divario digitale di genere, con l’obiettivo di promuovere il ruolo attivo delle donne nei settori legati all’innovazione tecnologica, sia in ambito italiano che internazionale.

Tutti i dati dimostrano che “l’altra metà del cielo” digitale è ancora troppo poco abitata:  si perde  troppo delll’apporto delle idee, delle capacità, dei sogni delle donne , in una società che è pervasa di tecnologia a tutti i livelli e nella quale la tecnologia rappresenta una opportunità fondamentale  di crescita, di lavoro, di avere voce.

Il progetto è patrocinato dalla Provincia di Modena e di Reggio Emilia ed ha il sostegno di aziende del settore tecnologico : Cisco Italia,  Barware, Doxee e Konvergence.

Il progetto Ragazze Digitali (www.ragazzedigitali.it#digitalgirls e @ewmdreggio  su Twitter; pagina Facebook https://www.facebook.com/ewmdreggioemilia) si rivolge alle studentesse degli ultimi due anni di scuola superiore e prevede due azioni:

1. Summer School: il corso di Laurea di Ingegneria Informatica dell’Università di Modena e Reggio ha ideato un campus estivo di quattro settimane, a partire dal 16 giugno 2014,  per avvicinare gradualmente le ragazze  alle nuove tecnologie e metodologie per la creazione di servizi digitali. Sono previsti laboratori orientati alla multimedialità, alla sicurezza informatica e al software open. Tutte le ragazze potranno far emergere le loro inclinazioni verso  la tecnologia, ma soprattutto impareranno a sfruttare la tecnologia per realizzare le proprie inclinazioni.

2. Un ciclo di incontri rivolto alle scuole, come sostegno culturale fondamentale per affrontare gli stereotipi di genere che spesso inconsapevolmente condizionano la scelta dei percorsi di studio unviersitari o di carriera.  Il convegno ha la forma di un dialogo interattivo rivolto alle ragazze che parteciperanno, e si svolge il 22 novembre prossimo presso l’Aula Magna dell’Università di Reggio Emilia.

Lo scopo finale di Ragazze Digitali è aprire un dialogo sui motivi per cui le giovani donne hanno difficoltà a considerare l’ICT una opportunità, a partire in particolare dagli stereotipi di genere che condizionano loro, le famiglie, anche gli insegnanti.

Si offre poi attraverso una scuola estiva la possibilità di apprendere competenze utili per il futuro. Meno del 3% delle ragazze in Europa sceglie di studiare all’università in campo informatico, nonostante sua uno dei settori che offre più lavoro anche in questo momento di crisi. E non si tratta solo di diventare super esperti o ingegneri informatici: secondo le ricerche dell’Unione Europea, entro il 2015 il 90% di tutti i posti di lavoro in Europa richiederà di avere conoscenze informatiche.

Esperte di politiche di genere  parleranno ed interverranno a testimonianza donne protagoniste dell’innovazione per fornire  modelli di ruolo femminili diversi da quelli che la società quotidianamente veicola.  Il secondo convegno è previsto a maggio 2013.

Interverranno al convegno del 22 novembre “Ragazze Digitali, Idee per un futuro Smart”

  • Cristina Bertoli e Nadia Caraffi di EWMD Italia;
  • la professoressa Flavia Marzano;
  • Marisa Sangiuliano dell’European Center for Women and Technologies;
  • Michele Colajanni, direttore del CRIS dell’Università di Modena e Reggio.

A presentare la propria storia saranno

  • le  ingegnere aerospaziali di AVIO che hanno sviluppato il Lanciatore VEGA;
  • Marianna Ferrigno, leader del team Inclusion & Diversity di Cisco Italia, insieme a Gabriella Attanasio, responsabile tecnologico dell’azienda informatica VEM e Donatella Sanzone, di Cisco Italia;
  • Ilaria Brighenti, ingegnera di Doxee Academy;
  • Angela Creta, responsabile comunicazione e stampa,  Presidenza V commissione.  Regione Lazio.

Far rete con le istituzioni, con le imprese locali  e con grossi partner tecnologici mondiali è essenziale affinché l’iniziativa possa continuare il tempo sufficiente  per produrre i primi risultati e diventare un esempio replicabile.

Cisco Italia sostiene attivamente questa iniziativa e partecipa dei suoi contenuti: in particolare oltre a presentare la testimonianza di Marianna Ferrigno, Inclusion & Diversity Leader dell’azienda, ha supportato l’Università nella preparazione dei contenuti della Summer School per la proposta formativa relativa alla multimedialità.

Il programma si trova al sito www.ragazzedigitali.it

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: