Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing / Open Data / Opengovernment / Strategia

Open Data, ecco il primo Piano d’azione italiano

Open Data, ecco il primo Piano d’azione italiano
1 minuti di lettura

L’Italia ha aderito all’Open Data Charter del G8 nel giugno 2013, durante il Summit a Lough Erne (Irlanda del Nord), dove su iniziativa del governo britannico è stata adottata una Carta degli Open Data. L’Italia, così come gli altri paese del G8, si è impegnata a realizzare una serie di attività relative agli open data. Il primo impegno previsto era la pubblicazione, entro il mese di ottobre 2013, di un Piano d’azione nazionale in cui i Paesi del G8 indicavano come intendevano attuare la promozione dei dati aperti  nel proprio contesto nazionale.

Il primo Piano d’azione italiano è stato quindi redatto al fine di condividere  informazioni con i partner internazionali e scambiare conoscenze sulle rispettive politiche nazionali in tema di dati aperti . Il documento introduce gli impegni delle amministrazioni coinvolte in materia di dati aperti.

Il piano d’azione è stato elaborato dal Dipartimento della funzione pubblica in cooperazione  con l’Agenzia per l’Italia digitale (AGID) e con la collaborazione delle seguenti pubbliche amministrazioni ed enti:

  • Ministero dell’interno
  • Ministero dell’economia e delle finanze
  • Dipartimento per gli affari giuridici della Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica – Ministero dello sviluppo economico
  • Agenzia delle entrate
  • Istituto nazionale di statistica – Istat
  • Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale- ISPRA
  • Regioni

FormezPA  ha contribuito alla stesura del documento .

Il Piano d’azione G8, presentato  il 31 ottobre 2013,  sarà successivamente sottoposto a consultazione  allo scopo di acquisire input pubblico così come previsto nell’ Open Data Charter. Le osservazioni che emergeranno saranno poi sintetizzate e condivise a livello internazionale anche in vista delle future iniziative di dati aperti nel contesto del G8.

L’Open Data Charter, negoziato a livello di esperti, è un insieme di principi di portata universale, affiancati da altri di natura tecnica, che ha l’ambizione di porsi come apripista internazionale per lo sviluppo di un settore rilevante sia per la trasparenza dell’attività dei governi e della pubblica amministrazione, sia come volano per una new economy fondata sul libero riutilizzo dei dati disponibili.

Il documento G8 Open Data Action Plan – Italy è disponibile in inglese nei formati pdf e html e in italiano in formato pdf.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Alessio Sfienti
Appassionato del mondo Linux e della filosofia Open Source, da anni si occupa della cura di periodici e siti web di consulenza dedicati alla Pubblica Amministrazione

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register