Aggiornamento Google Glass: multe al volante, nuova versione, store per accessori

Scritto da:     Tags:      Data di inserimento:  7 novembre, 2013  |  Nessun commento
7 novembre, 2013
google-glass-the-jerk

Visite: 2967

Ai suoi nipoti, davanti al caminetto in una sera d’inverno, potrà raccontare di essere stata la prima persona al mondo ad aver preso una multa per guida in stato di… realtà aumentata da Google Glass! Si tratta di Cecilia Abadie, una project manager impiegata presso una società di San Diego, in California, che non si è fermata davanti all’avvertimento di un agente di polizia. Oltre ad aver superato i limiti di velocità, la conducente assumeva un altro comportamento vietato: utilizzava, o meglio, indossava un dispositivo visivo.

Secondo la sezione 27602 del codice stradale della California, infatti, vige il divieto tassativo di utilizzare dispositivi con schermi in funzione visibile da parte di chi sta conducendo una vettura, senza limitarsi esclusivamente agli smartphone.
Il codice prevede però delle deroghe al divieto, come per esempio nel caso di navigatori satellitari GPS, ed ora si è creato il precedente per un’altra eccezione: perché la contestazione sia valida il poliziotto dovrà dimostrare, infatti, che i Google Glass erano accesi e che Cecilia stava osservando lo schermo attivo in quel momento.
Insomma, i Google Glass devo ancora uscire sul mercato ma già si prevede che faranno lavorare parecchio legislatori e operatori deputati a far rispettare le regole.

La nuova versione dei Google Glass

Intanto gli sviluppatori stanno continuando a testarli tanto che ne uscirà già una nuova versione. Sarà compatibile, per esempio, con gli occhiali da vista, una possibilità che a quanto dichiara lo stesso Big G è stata molto richiesta:

Una delle domande che ci rivolgono più spesso è se Glass sarà compatibile con gli occhiali da vista. La risposta breve è: sì!

Nella foto si vede Jenny Murphy che indossa un paio di Google Glass sopra i propri occhiali da vista. Il tutto è reso possibile grazie al design modulare studiato da Google, come quest’ultimo afferma:

Il design di Glass è modulare, dunque sarete in grado di aggiungere il supporto e la lente ai vostri attuali occhiali. Sappiamo quanto questo sia importante e ci abbiamo lavorato molto.

Inoltre molto probabilmente i developer non hanno ritenuto soddisfacente la trasmissione del suono e per questo gli occhiali verranno integrati da un auricolare mono al posto dell’audio a conduzione ossea.

La sostituzione della versione iniziale con quella 2.0 inizierà da novembre e non costerà assolutamente nulla… per chi ne è già in possesso naturalmente.

Uno store per i Google Glass

Di pari passo con lo sviluppo del software e delle funzionalità, non poteva che spuntare anche uno store di accessori tutti pensati apposta per i Google Glass: caricatori supplementari, sacchetti in microfibra, protezioni e il nuovo mono auricolare che vedete nella foto.
Come si legge sul sito www.chimerarevo.com, la vendita potrebbe iniziare a breve ma la brutta notizia è che questi accessori non sono a buon mercato: basta vedere lo screenshot del sito per capire i prezzi esagerati sparati da Google.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: