L’applicazione #Music e’ un insuccesso ma Twitter pensa a una soluzione per salvarla

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  30 ottobre, 2013  |  Nessun commento
30 ottobre, 2013
twittermusic

Visite: 1001

L’applicazione di Twitter #Music, che permette di tenersi aggiornati sui brani e sugli artisti che preferiamo, sembra proprio non riuscire ad ottenere quel successo che i suoi creatori si aspettavano. Lanciata sei mesi fa in pompa magna, mostra un numero limitato di download, è da maggio infatti che non si trova nella classifica delle 1500 app più scaricate e ha maturato uno livello di engagement degli utenti molto basso.

Una prestazione piuttosto scarsa, se si pensa che abbiamo a che fare con un gigante come Twitter e soprattutto se si va a confrontare i suoi risultati con altre app di servizi Twitter. Per esempio, l’applicazione di Vine,  piattaforma per la condivisione di video, in questi giorni rientra tra le 15 app gratuite più scaricate dell’App Store.

La ragione di questo insuccesso, secondo gli analisti è dovuta alla strategia che la società ha applicato alla musica online: in effetti quella di Twitter #Music è un’esperienza isolata, che non si inserisce in quadro di iniziative organiche che vanno nella stessa direzione.

L’app in sostanza non è mai stata integrata all’interno degli altri servizi di Twitter e quindi necessità di tipologie di fruizione che sono diverse e lontane da quelle a cui gli utenti del social network sono abituati.

La situazione sarebbe così grave che qualche giorno fa alcune indiscrezioni apparse su  AllThingsD, il blog del Wall Street Journal dedicato alla tecnologica, dava l’applicazione per spacciata.

Negli ultimo giorni sembra però che la società abbia avuto un ripensamento: secondo le informazioni raccolte dal Billboard, settimanale musicale statunitense, si starebbe pensando di incorporarla nella piattaforma, inserendola tra i feed tematici che Twitter pensa di inserire a breve.

Si tratta quindi di una mossa chiara, che risolverebbe i problemi dell’applicazione e che si inserisce nella ristrutturazione generale che sta coinvolgendo Twitter in vista del suo ingresso in borsa.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: