Digitali per Crescere: Microsoft per un milione di aziende e 200.000 ragazzi in tutta Italia

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  25 ottobre, 2013  |  Nessun commento
25 ottobre, 2013
digitali_crescere

Visite: 1383

Microsoft Italia alza il sipario sul suo nuovo progetto per la digitalizzazione del Paese “Digitali per crescere” (digitalipercrescere.it#digitalipercrescere), con cui si pone l’obiettivo di raggiungere capillarmente sul territorio un milione di Piccole e Medie Imprese e 200.000 giovani italiani per dare avvio a un circolo virtuoso di occupazione e crescita che faccia leva sulle potenzialità delle nuove tecnologie.

A tal fine verranno aperti in tutta Italia Laboratori di Esperienza Digitale, in partnership con le principali Università del Paese, e organizzati eventi di formazione gratuita, in collaborazione con le associazioni del territorio, per aiutare le PMI a intraprendere un percorso d’innovazione e i giovani ad acquisire competenze professionali in linea con gli attuali trend tecnologici.

Grazie a un investimento in comunicazione, formazione e supporto ai partner, in questo primo anno verranno sviluppati progetti concreti in 13 Regioni d’Italia con l’obiettivo di coinvolgere direttamente 300.000 aziende.

Accedendo alla nuova piattaforma digitale (digitalipercrescere.it), PMI e giovani potranno interagire con gli esperti e i Partner Microsoft e usufruire di strumenti come il check-up digitale della propria impresa e la formazione virtuale, per accrescere le competenze digitali o creare la propria startup.

L’iniziativa, sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero dello Sviluppo Economico, fa leva su un modello di collaborazione tra attori del settore pubblico e privato che muove dalla convinzione che PMI e giovani debbano essere al centro delle priorità di istituzioni, imprese, Associazioni, Università e Amministrazioni Locali.

Tra i partner strategici emergono in prima linea Unioncamere, le Università di numerose città italiane, Gruppo Poste Italiane e Intel, che insieme a Microsoft metteranno a disposizione delle piccole e medie aziende e degli studenti strumenti concreti per accompagnarli verso le nuove tecnologie e il Cloud Computing: dai laboratori ai dispositivi digitali, dagli eventi e corsi di formazione a un portale di condivisione, dal check up sul grado di innovazione dell’azienda alle modalità di finanziamento e ai programmi di accelerazione per start up e giovani imprenditori.
Ruolo fondamentale anche quello dei numerosi IT provider tra cui Acer, Asus, HP, Lenovo, Nokia, Panasonic, Sony, Toshiba, e 27.000 operatori italiani parte dell’ecosistema di Partner Microsoft, che offriranno alle aziende e ai giovani le loro soluzioni e la loro consulenza strategica per consentire di toccare con mano i vantaggi delle nuove tecnologie e del Cloud Computing, un abilitatore di innovazione che consente di dotarsi di soluzioni avanzate in tempi brevi e a costi accessibili, supportando una crescita flessibile delle realtà private e pubbliche.

Le iniziative integrate con le Università e gli altri Partner strategici sono finalizzate a favorire lo sviluppo attraverso la riduzione del divario digitale e in particolare il ruolo dei Laboratori di Esperienza Digitale (LED) si rivela essenziale per mostrare il valore del Cloud Computing attraverso un approccio esperienziale con una duplice valenza.

Saranno infatti punto di erogazione di formazione gratuita alle PMI e ai professionisti locali attraverso seminari e sessioni pratiche e luogo d’incontro con i partner Microsoft radicati su territorio e con il personale universitario per ricevere consulenza e dare avvio a progetti d’innovazione insieme a loro.

E naturalmente sono stati pensati come spazi di confronto per gli studenti delle università che potranno ricevere formazione per diventare i professionisti IT di domani in grado di rispondere proprio alle specifiche esigenze delle PMI locali. Punto forte dei LED sarà inoltre lo showcase di nuove tecnologie e la possibilità di condividere casi di successo.

Il primo LED ha aperto a Torino, in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella e il Politecnico di Torino e nei prossimi mesi Microsoft inaugurerà anche i laboratori di Milano, Roma, Napoli, Padova, Bari, Pisa e di altre città del Nord, del Centro e del Sud Italia. Contestualmente si svolgerà, nelle maggiori città italiane, un ciclo itinerante di eventi focalizzato principalmente sul Cloud Computing, che consente alla PMI di recuperare il tradizionale gap di competitività con le grandi aziende, dotandosi in modo semplicissimo di tecnologia funzionale alla produttività.

“‘Digitali per crescere’ nasce come progetto a più voci attraverso la collaborazione tra attori pubblici e privati. Intende promuovere su tutto il territorio italiano una cultura dell’innovazione funzionale a un vera ripresa”, ha dichiarato Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

I nuovi Laboratori di Esperienza Digitale si propongono quali luoghi d’incontro e di condivisione per far decollare l’innovazione sul territorio, consentendo a PMI e giovani di toccare con mano il valore strategico delle nuove tecnologie e del Cloud Computing, strumenti di crescita democratica per qualsiasi tipo di azienda. Per Microsoft Italia questo progetto, realizzato in appena tre mesi, è stato motivo di orgoglio e soddisfazione per l’entusiasmo e l’energia che tutti i nostri partner hanno dimostrato durante il percorso che ci ha portato al lancio di questa iniziativa”.

L’economia digitale è la leva per la competitività nazionale, perciò crediamo nel valore di questa iniziativa, che raggiunge capillarmente le aziende sul territorio per accompagnarle in un percorso di crescita che sfrutta le potenzialità delle ICT. Le imprese di piccole e medie dimensioni costituiscono circa il 90% del Sistema produttivo Italia, se queste non si dimostrano all’altezza della sfida digitale non saremo in grado di competere internazionalmente ed è chiaro che sarà l’intero Paese a subirne le conseguenze. A questa iniziativa va riconosciuto il merito di aver saputo unire attori del settore pubblico e privato dando avvio a un modello di collaborazione che può fare la differenza per il successo dei singoli e dell’Italia intera”, ha dichiarato Stefano Firpo, Capo della Segreteria Tecnica Del Ministro Flavio Zanonato.

I giovani sono un capitale prezioso per il Paese e puntare sulla loro formazione è una leva strategica per la competitività del territorio. In uno scenario in cui la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli senza precedenti, ma al contempo si assiste nel mercato del lavoro alla carenza di competenze qualificate in ambito tecnologico, è fondamentale il contributo di un progetto come ‘Digitali per crescere’ per colmare questo gap. Farsi carico della formazione degli studenti e offrire loro la possibilità di arricchire il proprio background con skill in linea con gli attuali trend tecnologici, significa consentirgli di crescere a livello personale e professionale e di avere successo nel mondo del lavoro. E questo è un obiettivo nobile, poiché va a vantaggio non solo dei giovani, ma anche delle imprese in cui si inseriranno e delle comunità che abiteranno”, ha dichiarato Alberto Di Minin, Consigliere del Ministro per l’Innovazione e tecnologie.

Siamo davvero felici di collaborare a questo progetto per contribuire alla riduzione del gap digitale tra le diverse realtà del Paese. Le PMI che utilizzano i servizi digitali registrano una crescita due volte più grande, esportano due volte di più e creano il doppio di nuovi posti di lavoro, ecco perché è fondamentale promuoverne il processo di innovazione a vantaggio dell’intero Sistema Paese. Con ‘Digitali per crescere’ le aziende di piccole e medie dimensioni del territorio saranno guidate da partner esperti verso l’adozione di nuove tecnologie e ciò rappresenterà un driver di crescita importante per il tessuto economico locale, ma anche nazionale”, ha commentato il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello.

E’ un’iniziativa importante perché crea un’unica filiera di soggetti legati alla ricerca e all’impresa che possono fare sistema e contribuire a dare solido e costante supporto alle PMI e ai giovani attraverso la formazione. L’obiettivo è quello di fornire soluzioni utili a rendere sempre più competitive le imprese, oltre che semplificare la vita quotidiana di tutti i cittadini – ha commentato Vincenzo Pompa, AD di Postecom, la società del Gruppo Poste Italiane focalizzata sullo sviluppo del business digitale. – In questa ottica di promozione e sviluppo della digitalizzazione e dell’e-Government, Poste Italiane ha messo da tempo a disposizione del Paese la sua infrastruttura tecnologica e le sue reti integrate, distribuite in modo capillare sul territorio per fornire servizi digitali avanzati che semplifichino i processi amministrativi e creino le premesse per nuove iniziative economiche”.

Siamo lieti di essere parte attiva di questo progetto perché come Intel Italia e grazie alle nuove tecnologie siamo sempre in prima linea nel promuovere e supportare i giovani nello sviluppo di potenzialità che possono rivelarsi determinanti nell’ambito professionale. Intel crede fermamente nell’importanza di sostenere simili iniziative volte a favorire concretamente la formazione, la creatività e l’imprenditorialità di coloro che rappresentano il futuro della nostra società”, ha commentato Carlo Parmeggiani, Direttore Public Sector Intel Sud Europa. “L’innovazione, come motore di competitività, è un elemento fondamentale anche per le PMI italiane, che devono saper valorizzare pienamente quanto l’Information & Communication Technology mette loro a disposizione per far sì che la propria azienda sia sempre pronta a rispondere alle sollecitazioni del mercato attuale”.

Ulteriori informazioni sull’iniziativa sono disponibili sulla nuova piattaforma digitale (digitalipercrescere.it) e su Twitter con #digitalipercrescere.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: