Twitter si concede la chat: obiettivo volare in Borsa

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  22 ottobre, 2013  |  Nessun commento
22 ottobre, 2013
Twitter_chat

Visite: 1182

Manca ormai poco al debutto di Twitter in Borsa, secondo indiscrezioni infatti, il servizio di microblogging dovrebbe entrare nel mondo della finanza già verso fine novembre. Ecco allora che l’uccellino azzurro ha pensato di dotarsi di un nuovo servizio per rendersi attraente agli occhi degli investitori: una chat, che arriva dopo altre interessanti novità che hanno cambiato il volto del  social network di San Francisco, come Vine e l’app #Music.

Il grande successo dei servizi di messaggistica istantanea tipo Whatsapp, capaci addirittura di superare gli sms per numero di messaggi inviati, o anche la chat di Facebook testimoniano in effetti che Twitter ha finora rinunciato a uno strumento che non può che rivelarsi popolare.

Fino a questo momento gli utilizzatori della piattaforma di microblogging avevano a disposizione, oltre che naturalmente ai tweet, solo messaggi privati da inviare ai propri follower con il consueto limite dei 140 caratteri. Rispetto a Facebook, che permettere di inviare e ricevere messaggi da qualunque utente del social network, Twitter risultava quindi finora piuttosto limitato.

Intenzionata a  risolvere questo gap, Twitter avrebbe pensato anche ad un’applicazione ad hoc per la chat, separata da quella utilizzata per cinguettare pubblicamente, proprio come succede per il social network di Palo Alto.

Per provare il nuovo servizio non ci sarà da spettare ancora molto. Sembra infatti, che la chat sia in fase di test avanzato, con una cerchia limitata di utenti che la stanno già provando. Della grafica e delle funzionalità del servizio di messaggistica istantanea invece non si sa ancora praticamente niente, l’unico dato quasi sicuro è che Twitter sta collaborando con i creatori di MessaggeMe, applicazione simile a Whatsapp che vanta una bella grafica e 5 milioni di utenti.

Il loro compito sarà sicuramente quello di sviluppare un servizio con caratteristiche che lo differenziano dai numerosi concorrenti che affollano questo mercato.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: