iOS7, altro che vertigini! Quattro cose da sapere assolutamente: batteria, grafica, assistenza vocale, ebook firmati

Scritto da:     Tags:  , , , , , ,     Data di inserimento:  30 settembre, 2013  |  Nessun commento
30 settembre, 2013
ios7-006

Visite: 2292

Ci mancavano solo le vertigini, poi le avevamo viste (e sentite) tutte: iOS7 non si smentisce mai e, per la gioia di Apple, ora in rete impazza questa storia della nausea e dei mal di testa ricorrenti dati dall’ultimo aggiornamento del sistema operativo mobile di Cupertino, nome in codice iOS7.0.2.

Ma è vera questa storia o no? Pare infatti che app, animazioni, zoom e gli altri effetti implementati in iOS7 sarebbero alla base, in alcune persone, di disturbi di vario genere. Nausea, vertigini e senso di mal di mare sarebbero un effetto comune in coloro che hanno avuto a che fare con il nuovo sistema grafico della casa di Cupertino.

Ovviamente la Mela ci sguazza: sempre meglio parlarne, anche perché ora tutti vogliono sapere se è vero anche a costo di un giramento di ‘caveza‘. Addirittura si sprecano i pareri degli esperti, come ad esempio Gateano Paludetti, Direttore del Dipartimento delle Scienze chirurgiche delle testa e del collo del Gemelli e dell’Istituto di Otorinolaringoiatria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che, interpellato dall’Ansa, ha fornito rivelazioni sul mistero. “In soggetti con particolari sensibilità potrebbero esserci disturbi come nausea o vertigini, che però non sono diversi da quelli che si provano quando si guarda intensamente un oggetto in movimento“.

Come a dire: non è che sia poi tutta questa super notizia, ma siccome ci sono di mezzo gli iphone allora diventa quasi popolare come l’aumento dell’IVA o la possibile caduta del Governo. Va beh, noi nel frattempo prendiamo e portiamo a casa, lasciando ai nostri amici lettori un compendio – breve ma ben fornito – di cose da sapere assolutamente su iOS7. In questo modo, almeno, se vi vengono le vertigini avrete qualche ritorno utile in termini di modus operandi!

Ottimizzare la batteria con iOS7

Ci sono diverse opzioni e funzionalità che si possono disattivare per risparmiare la batteria, quelle quotidiane (ad esempio wifi, bluetooth, eccetera) e quelle a lungo termine (iAd di posizione, localizzazione, eccetera).

Le prime indicazioni per risparmiare batteria con iOS7 sono:

  • spegnere il WiFi quando non viene utilizzato (ad esempio uscendo di casa o dall’ufficio);
  • accendere il Bluetooth solo quando serve (ad esempio quando saliamo in macchina per connettere l’auricolare);
  • accendere Airdrop solo quando abbiamo bisogno di trasferire file.

Col nuovo Control Center di iOS7, è molto semplice controllare tutte e tre le opzioni di cui sopra. Non solo: con uno swipe verso l’alto (partendo dal bordo inferiore esterno del display) si può decidere in pochi istanti cosa attivare/disattivare in base all’occasione.

Poi ci sono le feature a lungo termine che possiamo tenere disattivate e attivarle solo in caso di effettivo utilizzo, come ad esempio l’aggiornamento delle applicazioni in background (il percorso da seguire è Impostazioni > Generali > Aggiorn. app in background), le animazioni che possono essere posizionate su sfondo statico (Impostazioni > Sfondi e Lumonisità > Scegli sfondo) e i vari servizi di sistema, ad esempio il traffico mappe, il segnalatore di app popolari e, come indicato in avvio, gli iAd di posizione (Impostazioni > Generali > Restrizioni - per abilitarle la prima volta bisogna inserire un codice PIN  - Localizzazione > Servizi di sistema).

Con iOS7 l’iphone diventa assistente vocale 24 ore al giorn0

Tra i vari punti di forza di iOS/, c’è senza dubbio l’assistenza vocale che, se negli altri smartphone è buona ma non eccezionale, nel Melafonino tocca livelli di qualità altissimi. Il servizio permette infatti di farsi leggere e guidare in tutte le operazioni che eseguiamo da una voce in altoparlante.

Esempio semplice: cliccando sull’icona di una app, una voce ci leggerà il nome e inviterà a toccare due volte per aprirla (“Facebook, tocca due volte per aprire”) e addirittura ci avvertirà quando lo “schermo è oscurato”. Attenzione però, questa funzione può essere un vero trabocchetto perché disattivarla non è molto intuitivo.

Per muoversi da una pagina all’altra è necessario infatti eseguire lo “swipe” con tre dita e cliccare tre volte per selezionare qualunque cosa. L’aspetto più divertente è la possibilità di selezionare la velocità della voce che, portata al 100% tocca livelli davvero comici. Per attivare il servizio seguite il percorso Impostazioni>Accessibilità>Voice Over e cliccate sul cerchio per attivare la funzione.

Grafica personalizzata: come fare?

Quando si parla di design, Apple resta in vetta. Pochissimi però sanno che iOS7 consente tutta una serie di personalizazzioni, prima fra tutte l’opzione di invertire i colori e ottenere sfondo nero, scritte bianche e colori piuttosto ‘funky’ per i tasti (premettiamo che anche la foto dello sfondo verrà trasformata nella versione del negativo). Il percorso è Impostazioni>Accessibilità>Inverti i colori. Si può anche ingrandire la scritte delle App (Impostazioni>Accessibilità>Font più grande) e attivare il grassetto dalla stessa schermata (Accessibilità).

Ebook firmati: con ios7 si puo’

Apple pensa ovviamente agli ebook e imposta un sistema che permette di avere la dedica del proprio scrittore preferito anche in versione non cartacea. Attraverso un’applicazione per iphone e ipad, infatti, l’autore del libro potrà apporre la propria firma in modalità wi-fi su una ‘pagina’ bianca che sarà inserita dopo ogni copertina.

Se ad esempio, si partecipa alla presentazione di un libro, l’autore, attraverso il proprio iphone o ipad, potrà scrivere inviare la dedica. Per evitare falsi, l’autografo sarà certificato attraverso iBooks Author che ne dimostrerà l’autenticità. Ma Apple introdurrà un’ulteriore novità: oltre alla possibilità di autografare un libro in wifi, la firma virtuale potrà essere inviata anche attraverso un servizio di messaggistica.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: