Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Blogger / in evidenza / Marketing / Politica / Social Media / Strategia

Grillo contro Letta tra #porcellum e crisi di Governo: Twitter e Facebook campi di battaglia

Grillo contro Letta tra #porcellum e crisi di Governo: Twitter e Facebook campi di battaglia
4 minuti di lettura

Tutto fa brodo, o meglio tutto fa crisi di Governo, anche sui social network e in particolare su Twitter: è di stretta attualità, dopo il disastro provocato dalle dimissioni dei Ministri Pdl con conseguente sfascio del sistema (o di quel che ne restava) a breve, la super polemica elettorale tra il premier Enrico Letta e Beppe Grillo, leader di un Movimento 5 Stelle che ovviamente comincia a prepararsi per la prossima tornata elettorale.

L’oggetto del contendere non è l’Iva al 22% (da domani su tutti gli schermi italiani) e tutte le sue disastrose conseguenze, ma l‘ormai inflazionato Porcellum, sistema elettorale che ha portato all’ingovernabilità nell’ultima chiamata alle urne e che “dicevano” sarebbe stato cambiato subito (invece è sempre li, nessuno ci ha messo mano, chissà come mai).

In real time, il Beppe Nazionale continua la sua campagna su Twitter, denominata #Lettamente, con la quale cerca di smontare pezzo per pezzo il Governo delle larghe intese che mercoledì chiederà la fiducia al Parlamento dopo la scissione dei Ministri pidiellini.

Letta ieri sera dal suo maggiordomo Fabio Fazio ha detto in televisione che è a favore del Mattarellum e che per colpa di Grillo non si è potuto tornare a quella legge. Sappiamo bene, invece, che la verità è l’esatto opposto“, ha scritto sul suo blog.

Il Deputato del Pd (menoelle, ndr) Giachetti propose il ritorno al Mattarellum che fu bocciato a pieno titolo da Letta, dalla Finocchiaro e da tutto il Pd (menoelle, ndr) che votò contro. Il M5S compatto votò a favore“, ha spiegato Grillo.

Ci sono gli atti della Camera che lo testimoniano. Questa e’ una menzogna che meriterebbe non solo una denuncia per diffamazione ma un intervento da parte di Roberto Fico in qualità di presidente della Vigilanza Rai soprattutto per l’accomodante comportamento di Fazio che non poteva non sapere che quella era una balla colossale e non è minimamente intervenuto smentendo ciò che Letta stava asserendo“.

La replica di Letta è delle 11.26, e lanciata attraverso il profilo Facebook (poi ripreso su Twitter) dallo stesso presidente del Consiglio e titolata “Grillo bugiardo, è lui il primo fan del Porcellum“. Letta asserisce che “in Rete  mi accusano di essere bugiardo, usando come argomentazione il fatto che la mozione Giachetti – volta ad abolire il porcellum per tornare al mattarellum – è stata votata dal MoVimento 5 stelle, con il no di PD e PDL. Per quanto mi riguarda la questione è molto chiara. Nel discorso con cui ho chiesto il voto di fiducia alle Camere ho utilizzato parole non equivoche: “Permettetemi di esprimere a livello personale che certamente migliore della legge attuale sarebbe almeno il ripristino della legge elettorale precedente”. La mozione Giachetti è stata contestata – nel metodo, non nel merito – dal PD perché focalizzava l’attenzione (e precipitava il confronto) solo sulla legge elettorale, mentre il dibattito urgente e necessario doveva riguardare l’intera materia delle riforme istituzionali per il cambiamento dell’articolo 138 della Costituzione. Dunque, in prospettiva, non solo il sistema di voto, ma anche, tra l’altro, la riduzione del numero dei parlamentari e il superamento delle storture causate dal bicameralismo paritarioGrillo ancora una volta mente. Soprattutto dimostra di volere, lui per primo, il porcellum. Non mi stupisce: è l’unico sistema che può consentirgli di avere voce in capitolo, di vincere o di essere comunque l’ago della bilancia“.

Letta continua a spiegare le sue motivazioni, attaccando frontalmente Grillo. “Anche ieri, guarda caso, ha chiesto di tornare a votare con il Porcellum.  Del resto già il 22 agosto,  sul suo blog, scriveva : “Con il porcellum vinciamo noi.  Pdl e Pd sanno che con il Porcellum il rischio che il M5S vinca le elezioni e vada al governo è altissimo. Solo qualche ”anima bella” pensa di poter correggere ora il Porcellum. E’ necessario tornare immediatamente alle elezioni. Per la casta, ora,  è fondamentale una legge elettorale contro il M5S”. Io, a differenza sua,  voglio una legge elettorale che restituisca agli italiani il potere di scegliere i propri rappresentanti in Parlamento. E deve essere proprio il Parlamento ad approvarla. Naturalmente continuerò a lavorare in questa direzione, come ho sempre fatto, senza certo temere le accuse e le mistificazioni di Grillo.

Da qualsiasi parte la si guardi, su Twitter oggi si parla solo di politica e di Porcellum: se volete inserirvi nella discussione, gli hastag più cliccati sono, oltre a #lettamente, anche #porcellum#PDL e #M5S. Ormai è impossibile separare la vita politica dai social, e se sia un bene o no, francamente, ancora non riusciamo a capirlo.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register