Park Tutor, la soluzione a beneficio dei cittadini e degli enti territoriali

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  18 settembre, 2013  |  Nessun commento
18 settembre, 2013

Visite: 1704

Sirti opera dal 1921 con qualità e innovazione per garantire lo sviluppo del Paese, e propone oggi il Park Tutor™ quale soluzione tecnologica che può essere impiegata a beneficio degli enti territoriali per offrire alle municipalità uno strumento per la gestione di aree di sosta secondo logiche programmabili in base allo scenario di impiego. Il Park Tutor è stato  installato nei comuni di Palmi (RC) e Ficarazzi (PA) e testato con successo a Milano, Torino, Genova e Roma.

In particolare, il Comune di Palmi è stato il primo comune italiano ad aver scelto la tecnologia del Park Tutor per garantire ai cittadini con ridotta capacità motoria la libera circolazione e la facilità negli spostamenti urbani.

In occasione dell’evento “Le Giornate de La Polizia Locale”, evento promosso dall’Anci (Associazione Nazionale Comune Italiani), Sirti partecipa al premio E Gov 2013. Per avere maggiori informazioni a riguardo abbiamo intervistato il direttore della “Divisione Grandi Clienti” di Sirti Spa Amedeo Paulone.

Prima di entrare nello specifico della soluzione Park Tutor, parliamo di SIRTI come missione, visione, obiettivi. Cos’è SIRTI?

Sirti è la società di tecnologia leader in Italia nella progettazione, realizzazione integrazione  e manutenzione di infrastrutture di rete e sistemi nei settori  telecomunicazioni, ICT, trasporti, energia e sistemi speciali.

Fondata nel 1921, opera  con circa 4.000 dipendenti in Italia e all’estero. Sirti è player di successo anche a livello internazionale con una presenza diretta in Arabia Saudita, negli Emirati Arabi Uniti, in Qatar, in Libia e in Scandinavia

Per tutte le soluzioni che propone, Sirti è attenta al cliente sia pubblico che privato nella gestione di tutte le fasi del progetto: dalla pianificazione e progettazione di rete, realizzazione delle opere civili e tecnologiche, gestione dei lavori, collaudo e messa in esercizio degli impianti, manutenzione ed assistenza tecnica, oltre a servizi di gestione remota di reti ed infrastrutture.

Quali sono le attività più significative che SIRTI ha svolto o sta svolgendo negli ultimi anni?

Sirti è una società multi service in grado di fornire soluzioni innovative e sostenibili per diversi mercati. Tra i principali progetti menzionerei:

Costruzione, installazione e manutenzione  della rete fissa e mobile, per gli operatori di telecomunicazioni nazionali; servizi in outsourcing di gestione delle reti (managed services), gestione dei processi, help desk, monitoraggio della rete (network operating centre – NOC), servizi di cloud computing ecc.. I nostri principali clienti sono: Telecom Italia, Vodafone, Wind, BT, Fastweb.

• La rete di impianti per la trasmissione della TV digitale terrestre per la Rai.

•Gli impianti tecnologici (reti elettriche, sistemi di videosorveglianza e anti intrusione, cablaggio strutturato, rilevamento fumi e incendio) per il complesso della nuova sede della Regione Lombardia a Milano.

• Il progetto “Alta Velocità” di RFI dove, nell’ambito del Consorzio Saturno, Sirti ha progettato e realizzato l’intera rete di telecomunicazioni in tecnologia GSM-R, oltre alle linee di contatto per la trazione elettrica, le linee primarie di alimentazione, gli impianti ausiliari di sicurezza per TVCC, controllo accessi, e sistemi antiintrusione.

• Gli impianti tecnologici per la gestione integrata automatica ed intelligente del traffico del Tunnel di AL SALAM di Abu Dhabi (software, hardware, telecamere, pannelli a messaggio variabile, sistemi di videosorveglianza, sistemi avanzati SCADA per la gestione integrata di tutti i sottosistemi elettromeccanici per il controllo del traffico).

• gli impianti tecnologici nell’ambito del settore OIL & GAS (sistemi di telefonia dati e cablaggio, sistemi digitali di audio e video e sistemi di videosorveglianza) per il campo petrolifero di Khurais in Arabia Saudita.

• gli impianti tecnologici (impianti avanzati di condizionamento attraverso un sistema di accumulo di energia frigorifera, detto “banca del ghiaccio”; sistemi integrati per la gestione dell’energia, sistemi di controllo accessi, sistemi antintrusione, sistemi rilevazione incendio-fumo-gas, sistema di controllo sicurezza, sistemi di telefonia dati) per il nuovo quartier generale della base Nato AF SOUTH  in Campania.

Passiamo a Park Tutor: di cosa si tratta e cosa può fornire esattamente?

Park Tutor è in grado di verificare lo stato di occupazione di un’area di sosta da parte di un veicolo, riconoscere un utente abilitato alla sosta garantendo il pieno rispetto della legge sulla privacy, rilasciare l’autorizzazione a sostare, segnalare alle autorità i casi di abuso, visualizzare in tempo reale lo stato delle aree di sosta in gestione in modalità georeferenziata e monitorare e storicizzare il tasso di utilizzo delle aree di sosta. E’, di fatto, una soluzione tecnologica completa che può essere impiegata dagli enti territoriali per offrire alle municipalità uno strumento per la gestione di aree di sosta secondo logiche programmabili in base allo scenario di impiego.

Quali sono i componenti principali di Park Tutor?

Park Tutor di Sirti si compone di 4 principali elementi:

• una centralina di controllo protetta contro gli atti di vandalismo che viene collocata

nelle aree di sosta;

• un sensore interrato nelle aree da monitorare;

• un badge attivo che permette agli utenti di autenticarsi al sistema;

• una piattaforma web in grado di comunicare con le aree di sosta e rilasciare

le autorizzazioni a sostare.

In che modo la soluzione Park Tutor aiuta le amministrazioni territoriali e quindi anche il Comune di Palmi che di recente l’ha implementato?

Park Tutor supporta le forze dell’ordine nelle operazioni di localizzazione e sanzionamento degli abusi, partecipa all’aumento delle revenue derivanti dalle sanzioni per abuso, partecipa alla riduzione progressiva del fenomeno dell’abusivismo e alla lotta contro il mercato delle autorizzazioni falsificate.

Quali sono gli scenari di impiego di Park Tutor?

• Gestione Parcheggi per Disabili.

• Gestione Parcheggi a Pagamento.

• Gestione Parcheggi Liberi.

• Gestione Parcheggi per Residenti.

• Ausilio alla ricerca del posto libero più vicino.

Nello specifico del Park Tutor implementato dal Comune di Palmi, quali sono state le migliorie ottenute?

Questa tecnologia, oltre a monitorare lo stato di occupazione, garantisce la prevenzione per l’occupazione impropria sia degli stalli per disabili non personalizzati sia di quelli riservati a uno specifico cittadino. Park Tutor rappresenta quindi la risoluzione del problema dell’occupazione dei posti per disabili, visto che garantisce agli stessi utenti deboli di trovare il posto libero ottimizzando le possibilità di intervento della Polizia locale.

Inoltre l’elaborazione dei dati ricevuti ha permesso di introdurre modifiche al piano della sosta con rilievi oggettivi di lungo periodo. L’obiettivo dell’amministrazione era garantire elevati standard di sicurezza urbana e il rispetto delle leggi e delle regole di convivenza civile e coesione sociale, costituendo peraltro la prima applicazione assoluta nella Regione Calabria e portando la città di Palmi ad essere all’avanguardia nella tutela dei diritti delle categorie deboli e disagiate con un notevole ritorno in termini di immagine.

La sperimentazione di Park Tutor è stata avviata nel centro storico, ove più difficoltosa risultava la gestione dei parcheggi riservati ai diversamente abili, con la realizzazione di 12 piattaforme autoalimentate con energie alternative ed ecologiche (pannelli fotovoltaici) corredate della centrale operativa installata presso il Comando.

Amedeo Paulone
Direttore Divisione Grandi Clienti Sirti spa 

What's Happening Recommended by Hashcore

Lascia un commento