Decreto del fare, Firenze c’e': wifi libero (2 ore al giorno) e mobile ticketing. Anche a Cento si naviga gratis

Scritto da:     Tags:  , , , , , , , ,     Data di inserimento:  6 settembre, 2013  |  Nessun commento
6 settembre, 2013
Wi-fi-img

Visite: 1352

Alla faccia di chi non fa e parla: a Firenze hanno deciso di regolarizzarsi subito col decreto del fare, sezione wifi e affini. E’ ufficialmente attivo il servizio wifi gratuito e libero, anche se solo per due ore al giorno, a tutti i residenti del Comune di Firenze. L’altra novità riguarda invece un servizio di egovernment puro ma utilissimo, ossia la possibilità di comprare via sms i biglietti dell’autobus.

Wifi libero: Firenze e Cento uber alles

Va beh, direte voi, solita trafila con la registrazione, il codice a mille cifre sul cellulare e ti passa la voglia. No signore: nessuna registrazione, ma immediato accesso alla rete così come indicano le disposizioni sulla liberalizzazione dei servizi wireless contenute nel decreto del fare.

Siccome la campagna elettorale è continua (col Governo in bilico, poi, sai mai…) ad annunciare in pompa magna il tutto è stato il sindaco e futuro leader del Pd Matteo Renzi: il servizio si chiama FiWiFi (Firenze Wi-Fi), e il Comune garantisce una capacità di 300 megabyte di traffico al giorno a chiunque si colleghi,

“Due ore di navigazione sono tante e in ogni caso è solo il limite giornaliero, perché il giorno dopo si può navigare gratuitamente per altre due ore”, è il commento l’assessore allo Sviluppo economico Sara Biagiotti. La copertura sarà gradualmente estesa anche alle aree non ancora raggiunte dal wifi. Al momento la rete conta circa 250 hotspot, ma è già stata prevista l’installazione di un’altra decina con l’obiettivo di arrivare alla completa copertura del territorio.

Anche Cento ha il suo free wifi

Ma Firenze non è l’unica città a essersi prontamente adeguate alle nuove norme sulla liberalizzazione del decreto del fare sul wifi, visto che anche nel centro storico di Cento l’accesso a internet è libero e gratuito. Il progetto Cento Wi-Fi - sostengono i realizzatori - contribuirà alla crescita dell’area commerciale, fieristica e turistica del territorio centese”.

La rete mobile è utilizzata quotidianamente da tablet, notebook e smartphone, consente la diffusione delle informazioni e dei servizi offerti dal terziario, e per il Comune rappresenta un’infrastruttura prioritaria per l’abbattimento del digital divide e per la qualificazione del proprio territorio.

In autobus con un sms: mobile ticketing a Firenze

Si chiama Mobile Ticketing: basta inviare un sms all’Ataf (l’azienda di trasporto pubblico del Comune di Firenze) al numero è 4888105 e si può salire tranquillamente sull’autobus. Il costo del ticket, 1.20 euro, è valido per 90 minuti e viene scalato direttamente dal credito telefonico dell’acquirente per i clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia.

Il costo dell’sms, invece, varia a seconda del piano tariffario del gestore telefonico. L’operazione è diretta e non occorre registrarsi a nessun sito. Il passeggero del bus dopo aver inviato l’sms all’Ataf  riceve subito un messaggio di risposta sul cellulare con la conferma del biglietto acquistato, ora, data e durata di validità. Al controllore basterà quindi mostrare l’sms ricevuto per essere in regola.

Il servizio innovativo lanciato dall’Ataf  nella primavera del 2012 ha superato con successo la fase di sperimentazione, con 3.500 biglietti digitali al giorno. Tanto che ora, terminata la sperimentazione, l’Ataf, che sta vivendo un periodo di riorganizzazione dopo la vendita alle Fs, ha deciso di continuare a offrire questo servizio mantenendo invariato il costo del biglietto digitale a 1.20 euro come quello di carta, sostenendo i costi del mobile ticketing con Comune e Provincia di Firenze.

Lascia un commento