Internet.org, ecco come ti connetto altri 5 mld di persone: la nuova sfida di Mark Zuckerberg

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  21 agosto, 2013  |  Nessun commento
21 agosto, 2013
mark-zuckerberg

Visite: 1274

Si chiama Internet.org e intende aiutare le economie emergenti attraverso un più agevole accesso a Internet per più di quattro miliardi di persone: è la nuova sfida di Mark Zuckerberg e di altri colossi dell’IT e della telefonia mobile, come Samsung, Qualcomm, Ericsson, Nokia, e altri.

Nei paesi in via di sviluppo ci sono enormi barriere per collegare e unire l’economia della conoscenza . Internet.org riunisce un partenariato globale che lavorerà per superare queste sfide, tra cui rendere disponibile l’accesso a Internet a coloro che attualmente non ce l’hanno, ha detto Zuckerberg.

La società avrebbe già investito circa 1 miliardo di dollari in infrastrutture per un più ampio accesso a Internet nei paesi in via di sviluppo, e prevede di spenderne ancora di più. Secondo le stime di Zuckerberg solo 2,7 miliardi di persone, poco più di un terzo della popolazione mondiale, hanno accesso a Internet. E visto che Facebook connette 1,15 miliardi di persone ogni mese – dice il suo CEO – un’ulteriore espansione potrebbe essere compromessa dal fatto che molte persone non sono ancora su Internet.

Circa cinque miliardi di persone possiedono telefoni cellulari, ma la stragrande maggioranza non ha uno smartphone, e molte persone non possono permettersi i piani di accesso al web. Il consorzio lavorerà, dice Zuckerberg, su progetti per espandere la connettività, avvalendosi dei rapporti con gli operatori di telefonia mobile, i governi, le università e altre organizzazioni non governative.

Il ventinovenne fondatore del social più popolare ne ha fatta di strada dal 2004 e sembra non avere nessuna intenzione di fermarsi perché “la connessione è un diritto umano”. Così ha scritto qualche ora fa sul suo profilo di Facebook:

For nine years, we’ve been on a mission to connect the world. We now connect more than 1 billion people, but to connect the next 5 billion we must solve a much bigger problem: the vast majority of people don’t have access to the internet.

I’m focused on this because I think it’s one of the greatest challenges of our generation. I’ve attached a rough plan I’ve written outlining the work Facebook is doing to solve this and how our industry can work together to connect the next 5 billion people.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: