Fatturazione elettronica: l’AGID specifica obblighi e strumenti per PA e fornitori

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  7 agosto, 2013  |  Nessun commento
7 agosto, 2013
Gli obblighi della fattura scivolano al cliente

Visite: 1371

Non solo open data e pagamenti online, nell’agenda estiva dell’Agenzia per l’Italia Digitale che cerca di partecipare al meglio alla semplificazione delle procedure amministrative e supporta le amministrazioni negli adempimenti per l’adozione della fatturazione elettronica.

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha infatti introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra pubblica amministrazione e fornitori, in un’ottica di trasparenza, monitoraggio e rendicontazione della spesa pubblica.

Dal punto di vista operativo il decreto dispone che le amministrazioni identifichino gli uffici per la ricezione delle fatture elettroniche attraverso l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) che assegna all’ufficio competente il codice identificativo univoco necessario in fase di trasmissione e ricezione della fattura elettronica.

Nell’ambito delle attività svolte per l’emanazione del DM, l’Agenzia ha partecipato alla redazione del testo, occupandosi in particolare dell’allegato D “Codici Uffici” e delle relative specifiche operative da questo previste. Obiettivo delle specifiche è favorire l’attuazione delle regole fornendo una descrizione dettagliata delle modalità di inserimento, aggiornamento e pubblicazione delle informazioni necessarie in sede di trasmissione e ricezione della fattura elettronica.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: