Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Competenze Digitali / E-democracy / Egovnews / Eventi / in evidenza / Innovazione / Marketing / Opengovernment / Smart City / Start Up

Premio Egov 2013, prorogato il bando al 30 agosto 2013: Cortona, Gualdo Tadino e IFO puntano in alto. La tua PA cosa propone?

Premio Egov 2013, prorogato il bando al 30 agosto 2013: Cortona, Gualdo Tadino e IFO puntano in alto. La tua PA cosa propone?
7 minuti di lettura

Vi diamo un po’ di tempo in più, non lasciatevelo scappare. Il Premio Egov 2013 proroga il bando al 30 agosto 2013, ultima data utile per iscriversi al concorso di riferimento della pubblica amministrazione che innova. Da non perdere assolutamente il convegno di presentazione, con la partecipazione di Agostino Ragosa, presidente dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Capitolo progetti: quota 50 è stata superata. I progetti iscritti all’evento di riferimento della Pubblica Amministrazione Digitale (> il programma), che si terrà il prossimo 19 settembre all’interno de “Le Giornate della Polizia Locale“, durante il convegno dedicato (iscriviti subito al convegno!) sono tutti elencati qui di seguito, e di volta in volta daremo ampio spazio ad alcuni di loro.

Per tutti i vincitori, il premio consiste in una targa speciale più buono spesa da 300 euro in prodotti editoriali Maggioli: affrettatevi, quindi, ad iscrivere il vostro progetto al Premio Egov. Non vorrete mica stare a guardare?

ISCRIVITI ADESSO AL PREMIO E GOV 2013!!

Tra smart city, agenda digitale e startup, i temi cardini della cerimonia di premiazione del Premio E Gov, daremo spazio alle migliori idee della nostra PA, fermo restano che tutti i progetti iscritti saranno pubblicati su Pionero e ricordando l’interessante novità della IX edizione, cioè una categoria appositamente dedicata alla Polizia Locale.

Al momento, i progetti iscritti (ogni ente ne può presentare più di uno), in rigoroso ordine sparso, sono: Comune di Portici, Asl Torino2, Ospedali di Ancona, Ministero dello Sviluppo Economico con due progetti, Asp Catanzaro, Dipartimento Tutela della Salute Politiche Sanitarie, Regione Emilia Romagna (@RegioneER), MIUR, Regione Molise, Comune di Pordenone (@comunepordenone), Comune di Gualdo Tadino (@ComuneGualdoTad), Comune di Collegno, Sir Umbria, Comune di Dianomarina con tre progetti, Comune di Brusnengo, Provincia di Prato, Comune di Venezia (@comunevenezia), CCIAA Treviso – Treviso Tecnologia, Ministero degli Affari Esteri, Consorzio Arsenàl.IT (@Consorz_Arsenal), Comune di Torino, Comune di Bologna con due progetti (@Twiperbole), Istituti Fisioterapici Ospitalieri con due progetti, Presidenza Regione Molise con due progetti, Regione Emilia Romagna con due progetti (#RegioneER), Comune di Rivoli, Comune di Brescia (@ComuneBrescia), Arpa Veneto, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica (@FunzPub), Camera di commercio I.A.A. di Trapani, Città di Pompei, Comunità Montana Piemonte, Ambasciata d’Italia a Washington DC (USA), Miur – Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, Comune di Cortona (@comunedicortona), INPS – Istituto Nazionale Previdenza Sociale (@INPS_it), Comune di Argenta.

ISCRIVITI ADESSO AL PREMIO E GOV 2013!!

Cortona e il parco archeologico wireless

Molti lo dicono, pochi lo fanno. Il Comune di Cortona ha preso la rete e l’ha portata dentro la cultura: il senso dell’innovazione che intendiamo noi è proprio questo. E allora, ecco il Progetto di valorizzazione del Parco Archeologico con tecnologie wireless e energia solare dell’amministrazione aretina, iscritto alla categoria 1 – Smart Cities e Smart Territories.

Si tratta di un progetto di valorizzazione degli oltre 100 km dei percorsi del Parco Archeologico, percorribili a piedi e in bici e dei punti di interesse associati ai diversi percorsi. Il progetto ha previsto la realizzazione di un’app gratuita per iphone/ipad, l’installazione di alcuni punti informativi wireless alimentati ad energia solare, che fungono anche da stazioni di ricarica d’emergenza per i telefoni cellulari. I percorsi sono visitabili a piedi o in bicicletta (anche mediante noleggio gratuito di bici elettriche) e il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona (MAEC) dispone di guide (su ipad) e di ricostruzioni 3D.

Lamiapelle: Istituti Fisioterapici Ospitalieri

Iscritto alle sezioni 4 – Open Data e partecipazione e 5 – Cultura Digitale, Lamiapelle, realizzato dal Ministero della Salute e la Direzione Generale degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri – IFO, è un progetto di comunicazione online per la prevenzione dei tumori cutanei e del melanoma attraverso il nuovo sito tematico www.lamiapelle.salute.gov.it.

Come ha detto il Ministro Lorenzin “La prevenzione è l’arma vincente che consente da un lato di diminuire i costi per il sistema sanitario derivanti dai ricoveri e dall’assistenza e dall’altro di salvare tante vite salvaguardando la salute delle persone…La collaborazione tra il Ministero e le eccellenze della sanità pubblica passa anche attraverso la comunicazione online ”, l’obiettivo del progetto è informare la popolazione su le principali misure di prevenzione contro il melanoma e i tumori della pelle più diffusi.

Il sito tematico è caratterizzato da una terminologia accessibile, da interattività data da test e giochi e da diffusione anche attraverso i social network. E’ un primo esempio di informazione certificata : nella comunicazione online in sanità occorre che tutti usino lo stesso linguaggio e le stesse terminologie e che le informazioni sulla salute siano certificate in modo autorevole da IRCCS e Ministero della Salute, così che cittadini ed operatori abbiano informazioni certe e univoche.

In quest’ottica gli IFO, come altri IRCCS, contribuiranno alla redazione di schede informative da pubblicare sul portale del Ministero relative a singole patologie di propria pertinenza.

Lo sviluppo sociale a Gualdo Tadino

Si chiama Patto Sociale per lo sviluppo del territorio “iCare”, ed è il progetto presentato dal Comune di Gualdo Tadino, iscritto alla sezione 2 – Sostegno a imprese e start up per il Premio Egov 2013. L’Amministrazione Comunale del Comune di Gualdo Tadino ha voluto costruire una propria strategia operativa per contrastare le difficoltà e i disagi che le persone e il territorio stanno vivendo e, nel contempo, gettare le basi e i contenuti di un “nuovo inizio”, per ritrovare e riprendere un orizzonte di rilancio economico e occupazionale.

Queste le azioni previste dal progetto:

1) analisi del contesto economico per l’individuazione dei settori strategici sui quali puntare per il rilancio dell’economia; tale analisi è stata effettuata in collaborazione con l’Università degli studi di Perugia e in un quadro di stretto coinvolgimento con i diversi soggetti economici e con le associazioni di categoria espressione del mondo produttivo. In tale scenario, un’attenzione particolare è stata indirizzata allo sviluppo delle energie rinnovabili attraverso lo studio di uno specifico piano che definisce le linee di intervento atte a connotare il nostro territorio quale zona particolarmente avanzata e di eccellenza su questo innovativo settore. Questo orizzonte operativo si colloca, tra l’altro, in piena sintonia con la volontà espressa dal comune di Gualdo Tadino (delibera del Consiglio comunale n. 32 del 20/05/2009) con l’adesione al “patto dei sindaci” e con gli impegni e le azioni che discendono da questo rilevante atto politico in merito all’obiettivo della riduzione di emissioni di anidride carbonica;

2) accordi con gli istituti di credito presenti nel territorio, per facilitare l’accesso al credito da parte dei soggetti economici in sintonia con l’articolo 8 comma 6 dello statuto comunale che recita: “[Il Comune] concorda, in particolare con gli Istituti di Credito locali, adeguate iniziative finanziarie, utili alla promozione e allo sviluppo delle attività imprenditoriali” ;

3) interventi diretti da parte del Comune, da concertare con diversi soggetti di rilevanza sovracomunale (Sviluppumbria, Gepafin SpA, consorzi fidi), a sostegno delle imprese produttive e commerciali di nuova costituzione e di quelle già esistenti sotto forma di contributi triennali in conto interessi (del tre per cento per le aziende di nuova costituzione e del due per cento per quelle già in essere) e attraverso la costituzione di un fondo di garanzia. Entrambe le suddette tipologie di intervento hanno un carattere selettivo e sono orientate a privilegiare quei settori di rilevanza strategica nel contesto del nuovo modello di sviluppo che si vuole affermare;

4) messa a regime, all’interno della struttura comunale, di un ufficio denominato “ I CARE Economia” preposto al rilancio economico del territorio già costituito con delibera di giunta comunale n. 15 del 26/01/2010, formato e costantemente aggiornato;

5) Professionalizzazione, attraverso appositi corsi esterni ed interni, del personale comunale e degli altri attori del rilancio economico in relazione ai diversi livelli di coinvolgimento;

6) Attività di supporto ai responsabili del procedimento, necessaria a causa della specificità delle norme tecniche e finanziarie in materia, per la predisposizione di documentazione ed assistenza nelle procedure finalizzate alla produzione di energie alternative.

Nei prossimi giorni vi presenteremo altri progetti: intanto non perdete tempo e iscrivete il Vostro al Premio Egov 2013 (hastag ufficiale #premioegov2013).

ISCRIVITI ADESSO AL PREMIO E GOV 2013!!

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register