Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Aziende / Beni comuni / E-commerce / in evidenza / Innovazione / Marketing / Web Marketing

E-commerce ed E-shopper: la consegna, il momento tanto atteso

E-commerce ed E-shopper: la consegna, il momento tanto atteso
2 minuti di lettura

Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare: acquistare beni di ogni genere senza muoversi dalla propria abitazione ed essere consegnati a domicilio

Una frase del genere in un passato (abbastanza recente) sarebbe stata scambiata come una battuta del famoso replicante del film “Blade Runner”. Quello che tutti noi ora conosciamo come e-commerce è una realtà molto diffusa e utilizzata nel mondo. L’evoluzione della tecnologia ha permesso di modificare le abitudini ma soprattutto il modo di pensare e di agire delle persone.

Gli italiani (tradizionalisti per eccellenza) hanno negli ultimi anni attivato l’opzione on-line anche per quanto riguarda gli acquisti. Il mercato ha registrato un incremento del +19% nel 2012 rispetto al 2011 e le previsioni per il 2013 sono del +17% con un valore atteso di 11 miliardi di euro (Fonte: Osservatorio E-commerce B2C – School of Management Politecnico di Milano).

La multimedialità a supporto della comodità fisica e mentale (lo stress del parcheggio, delle file chilometriche, la poco gentilezza dell’addetto, etc…) non basta a far dimenticare agli italiani San Tommaso (finché non vedo non credo).

Lo studio “il vissuto e la relazione con l’e-commerce” di GFK Eurisko condotto per TNT Post Italia, primo operatore privato postale, individua proprio l’atto della consegna come il momento di svolta della crescita del mercato e-commerce in Italia.

Dalla ricerca risulta che la consegna rappresenta il momento emotivamente più significativo sia per il venditore, quando la vendita si conclude, che per l’acquirente, quando l’oggetto virtuale diventa fisico. Il servizio di recapito diventa un elemento integrante e significativo del negozio on-line, come se fosse il commesso del negozio che si occupa del cliente.

Per l’acquirente, invece, gli optional del corriere maggiormente graditi sono riconducibili alla comodità e quindi la scarsa disponibilità di tempo e/o la mancanza di voglia di muoversi da casa, ad esempio la consegna al piano o la chiamata prima del consegna per concordare l’orario; alla sicurezza della acquisto, cioè che il pacco arrivi in buono stato e alla velocità della consegna che deve avvenire in un tempo accettabile (3-4 giorni in media).

Il pagamento in contanti oggi non costituisce un particolare problema sia lato azienda sia destinatario per il quale è un modo per poter controllare il buono stato della merce prima di pagare.

Dalla ricerca emerge, infine, che a fronte di un servizio capace di scongiurare tali problematiche, l’utente finale è ragionevolmente disposto a spendere anche qualcosa in più, quel che conta è che l’oggetto del desiderio, difficilmente trovabile tra i confini abitativi, sia la copia esatta di quella vista in vetrina quel giorno di pioggia in cui lo shopper ha navigato tra le vie della rete a fare compere…on line.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register