E-democracy / in evidenza / Innovazione / Marketing / Politica / Social Media / Strategia

I partiti politici sui social network: il piu’ popolare su Facebook e’ il Movimento 5 Stelle. E su Twitter chi se la cava meglio?

I partiti politici sui social network: il piu’ popolare su Facebook e’ il Movimento 5 Stelle. E su Twitter chi se la cava meglio?
5 minuti di lettura

Come potrebbero mancare i principali partiti italiani l’appuntamento su Twitter? Ecco qui di seguito i loro numeri base forniti da IlSociapolitico in un articolo dell’8 luglio scorso, con la premessa che giudicare univocamente il migliore e il peggiore sul social dell’uccellino non è così semplice come potrebbe sembrare.

Pdl (43.387 tweet, 449 following, 58.083 follower), Pd (9.672 tweet 4.320 following 68.737, follower) Sel (9.208 tweet 484 following 80.965 follower), Scelte Civica (4.765 tweet, 790 following, 23.736 follower), Lega nord (4.406tweet, 306 following, 6.102 follower), M5S (4.309 tweet, 41 following, 195.678 follower). La semplice presenza su twitter non è però sinonimo di un corretto utilizzo del social. Twitter è una piattaforma che solo all’apparenza può apparire semplicistica, le sue sfaccettature vengono fuori dai vari livelli presi in considerazione dalla nostra indagine.

 A livello di attività, risulta che il Pdl, con una media di 38,6 tweets al giorno è il partito di gran lunga più attivo. Seguono M5s (18,2 tweet al giorno), Lega nord (media di 17,9 tweet al giorno), Scelta Civica (media di 11,0 tweets), Sel (6.7 tweets ) e Pd (6,3 tweet).

A livello di interazione, il Pdl raggiunge il primo posto per numero di menzioni, ma non fa abbastanza sul fronte dei following e delle risposte. Negli ultimi 200 tweet del Pdl in 191 tweet sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 327 volte qualcuno è stato menzionato e sono stati citati 103 diversi utenti di Twitter. Le risposte sono però zero.

Il Pd cita meno del Pdl i propri utenti ma raggiunge un buon livello di following. Abbiamo trovato che negli ultimi 200 tweets del pd in 153 tweets sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 263 volte qualcuno è stato menzionato e sono stati menzionati 66 diversi utenti di Twitter. Un tweet è stato una risposta ad un altro utente di Twitter.

Scelta Civica. Degli ultimi 200 tweets del partito centrista in 187 tweets sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 274 volte qualcuno è stato menzionato. Sono stati menzionati 58 diversi utenti di Twitter e 2 tweets sono stati una risposta ad un altro utente di Twitter.

Sinistra Ecologia e libertà. Abbiamo trovato che negli ultimi 200 tweets in 70 tweets sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 89 volte qualcuno è stato menzionato. Sono stati menzionati 17 diversi utenti di Twitter. Due tweets sono stati una risposta ad un altro utente di Twitter.

Lega Nord Padania. Abbiamo trovato che negli 200 tweets in 34 tweets sono stati citati uno o più utenti di Twitter. In totale 41 volte qualcuno è stato menzionato. Sono stati menzionati 17 diversi utenti di Twitter. Quattro tweets sono stati una risposta ad un altro utente di Twitter.

La comunicazione del M5S è di tipo unidirezionale e autoreferenziale: queste caratteristiche escono fuori a livello di interazione dove il movimento di Grillo non menziona e non risponde a nessuna altro profilo.

A livello di popolarità, che ci dice sia quanto un partito è conosciuto sia quante conversazioni sia in grado di innescare, solo il Pd, Pdl e M5s riescono ad essere menzionati in 200 tweet nell’arco di 24 ore. Seguono Scelta Civica (200 menzioni negli ultimi 4 giorni), Sel (200 menzioni negli ultimi 5 giorni), Lega Nord (200 menzioni negli ultimi 6 giorni). Per quanto riguarda i follower è interessante il dato che vede primeggiare Sel con 80.965 follower.

I partiti politici su Facebook

E cosa succede invece su Facebook, il social network più usato in Italia?  I dati, sempre secondo IlSocialpolitico, parlano di un audience di 23 milioni di utenti attivi al mese, in crescita del 5%, di cui 15 che si collegano quotidianamente e 10 che lo fanno in mobilità.

Il partito italiano più popolare su Facebook è il Movimento 5 Stelle che registra 377.555 mi “piace”. Sul social più diffuso ed utilizzato nel nostro paese ci sono 97 pagine dedicate al partito guidato dal tandem Grillo-Casaleggio. Il M5s è anche il partito che suscita più discussioni su Facebook grazie ai suoi 28.915 “ne parlano”.
Quest’ultimo indicatore prende in considerazione i “mi piace” su un post, i post scritti su quella bacheca, i commenti e le condivisione di un post, le interazioni con un evento creato dalla pagina, i tag della pagina in una foto e le menzioni della pagina. Di conseguenza l’indice “ne parlano” è considerato una sorta di termometro quantitativo del flusso di conversazione generata da una pagina di Facebook.

Inoltre, secondo la piattaforma Polismeter, la pagina del M5S nella settimana che va dal 03.07.2013 al 09.07.2013 ha fatto registrare tra le pagine politiche italiane il secondo valore più alto di engagement (80.020 come somma di like, commenti, condivisioni e post spontanei dei fan). Grazie a questo performance la fanpage del M5s ha incrementato del 56% il numero dei propri fans. Lo strapotere su Facebook del movimento dei grillini lo ritroviamo anche sul grado di coinvolgimento dei singoli post. È sempre del M5s il post con il livello più elevato di engagement (calcolato dalla piattaforma social del Cnr come somma pesata del numero di like, numero di commenti e numero di condivisioni, diviso per il tempo trascorso dalla pubblicazione). Questo il testo del post più coinvolgente degli ultimi 15 giorni:

Questo Parlamento non è stato eletto dagli italiani, ma dai partiti e dalle lobby. Non può affrontare una situazione di emergenza.

Il secondo partito italiano più popolare è il Pd con 94.861 fans e 99 pagine dedicate .
Il partito democratico, nonostante il buon livello di popolarità, non riesce a coinvolgere in maniera attiva i propri fan: 3.761 “ne parlano” è un dato piuttosto modesto.

A sorpresa il terzo partito più conosciuto su Facebook è Sinistra Ecologia e Libertà con 45.443 mi piace. Con 14.623 “nel parlano” Sel riesce anche a coinvolgere i propri fan e suscitare un buon numero di discussioni. Su Facebook abbiamo registrato la presenza di 36 pagine e 63 gruppi dedicati a Sel.

Dopo il partito guidato da Nichi Vendola si posiziona il Pdl che con 43.133 like rimane fuori dal podio delle fan page politiche italiane più popolari. Il Popolo delle Libertà, con 73 pagine a lui dedicate, conferma di non lavorare su Facebook ad alti livelli considerato che anche il numero dei “ne parlano” (927) è estremamente basso.

Con 80 pagine dedicate  e 17.342 “mi piace” troviamo la fanpage di Scelta Civica. Il partito di Monti però non riesce a coinvolgere i propri fan con un adeguato numero di conversazioni: sono solo 418 i “ne parlano”.

Ultimo classificato la Lega Nord che vede aperte su Facebook 72 pagine dedicate. I leghisti raggiungono i 12.737 “Mi piace” e i 2.631 “ne parlano”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>