Google Maps raddoppia: ecco la versione per iOS che finisce su iPhone e iPad. Il trucco per “mappare offline”

Scritto da:     Tags:  , , , , , ,     Data di inserimento:  19 luglio, 2013  |  Nessun commento
19 luglio, 2013
googlemaps_20

Visite: 1254

Via, verso mete più lontane, più aggiornate, più dettagliate: Google Maps raddoppia, e dopo la versione per Android lancia anche la nuova release per iOS, il sistema operativo mobile degli iPhone. Così facendo, G0ogle Maps arriva sui tablet della Apple, in particolare gli iPad e gli iPad mini, completando un’offerta ormai a tutto tondo.

La nuova versione si chiama Google Maps 2.0, e richiama la recentissima di Android: anche gli utenti Apple potranno usare le recensioni di Zagat per ristoranti e locali pubblici, con Esplora molto simile al vecchio e caro Foursquare: organizzata in cinque categorie (mangiare, fare shopping, bere, dormire e giocare), consente di scoprire tutto ciò che c’è da sapere su quanto offrono i dintorni del luogo in cui ci troviamo, molto utile ad esempio quando ci si trova in città sconosciute, per lavoro o vacanza.

La nuova versione di Google Maps per iOS si presenta dunque con un design ottimizzato per gli iPad, che consente una visualizzazione continua con gli elementi presenti sulla mappa e parallelamente la possibilità di interagire con i nuovi riquadri informativi (Info Sheets) che compaiono a bordo schermo ogni volta che si clicca su una particolare icona.

E la viabilità? No problem, anche qui siamo aggiornati costantemente. Sarà infatti possibile accedere a informazioni sul traffico in tempo reale con tanto di eventuali segnalazioni di incidenti e code. A coronare il tutto sono state finalmente rese disponibili le mappe indoor di alcuni edifici pubblici.

Non solo: il nuovo sistema di ricerca presenta direttamente i risultati come icone sulla mappa, tanto che passando con il cursore sopra ogni icona si avrà un veloce riepilogo delle recensioni e dei voti espressi dagli utenti, abbinati a raccomandazioni personalizzate.

Vi basta? In caso negativo, l’ultima novità è la possibilità di accedere anche offline a Google Maps, con un piccolo trucchetto segnalato sul blog di Cnet. Semplificando al volo, subito dopo aver effettuato una prima ricerca della zona interessata, è sufficiente digitare ”Ok, maps” nella stringa di ricerca. Successivamente potrà essere quindi utilizzata offline, senza spendere i soldi della connessione 3G.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: