Contributi Inps online, ci siamo: da lunedi’ sul web verifiche possibili per le imprese

Scritto da:     Tags:  , , , , , , ,     Data di inserimento:  19 luglio, 2013  |  Nessun commento
19 luglio, 2013
inps_online

Visite: 1422

Al belvedere manca pochissimo: come già anticipato su Pionero, da lunedì 22 luglio tutte le aziende potranno verificare direttamente online la regolarita’ contributiva Inps (contributi Inps online) utilizzando una nuova procedura informatica che e’ stata presentata a suo tempo in una videoconferenza che ha messo in collegamento tutte le sedi territoriali Inps.

La nuova applicazione informatica, che si inserisce nel disegno di una sempre maggiore semplificazione del rapporto tra Pubblica Amministrazione e aziende, riducendo tempi e passaggi, consentira’ il controllo della posizione direttamente ai responsabili delle aziende, ovvero agli intermediari da esse delegati. L’Istituto, informa una nota, ha gia’ avviato, con il coinvolgimento di Inail e Casse edili, il progetto che portera’ in breve tempo al rilascio del Durc online.

Si potrà quindi procedere a consultare archivi dell’Uniemens, della gestione separata e dei lavoratori autonomi della classe artigiani e commercianti. Questa del controllo dei contributi Inps online non è una novità da poco: potenzialmente potrebbe semplificare la vita alle aziende, dato che istantaneamente si potrebbe venire a conoscenza di problemi che impediscono il rilascio del Durc.

Arrivati a questo punto, oltre a ricevere un dettaglio sulle partite debitorie, si deve considerare il vantaggio di poter richiedere il documento relativo alla regolarità contributiva dopo aver già sistemato i problemi ravvisati, quindi evitato rallentamenti e inoltrando la richiesta ben consci del buon esito della stessa.

Per il settore agricolo non sarà possibile ottenere la situazione di regolarità, limitandosi il sistema a segnalare soltanto l’esistenza di una posizione contributiva della gestione agricola.

La fase più rilevante dell’intero iter coincide con l’esito dell’accesso. L’impresa potrà infatti conoscere immediatamente le eventuali scoperture che  ostacolano il rilascio del Durc. Qualora sussistano effettive irregolarità, nei riguardi di ogni singola posizione o gestione coinvolta, si prevede il rilascio di un dettaglio delle partite debitorie che hanno originato l’esito d’irregolarità.

Si suppone che il controllo possa essere effettuato ancora prima di richiedere il documento di regolarità contributiva, potendo in tal modo accertare che al momento della domanda non sussistano ostacoli al rispettivo rilascio. Attenzione però: infatti né le informazioni a cui il contribuente può accedere né tanto meno la possibile stampa del report potranno sostituire il Durc. Attualmente quest’ultimo continua a mantenere il formato cartaceo e sarà spedito direttamente all’azienda appellante.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: