Casino’, vietato l’ingresso ai Google Glass… quasi. Un Google Glass Explorer registra video in una sala di Atlantic City

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  17 luglio, 2013  |  Nessun commento
17 luglio, 2013
gitascolastica_avati_segni_briscola

Visite: 1542

Quando avremo tutti i Google Glass dove finiranno la strizzatina d’occhio per dire che hai in mano l’asso di briscola e  l’alzata di spalla per dire che hai il cavallo? Quando con i super occhiali a realtà aumentata potremmo comunicare direttamente al nostro compagno le carte che abbiamo in mano, cosa ne sarà degli occhi al cielo per dire che abbiamo il re e del  soffio per dire che non abbiamo nessuna carta del seme vincente?

Sarà quel che che sarà… quando sarà. Per ora sono in pochi ad avere un paio di Google Glass e quei pochi, poiché in possesso di uno strumento dalle potenzialità ancora tutte da scoprire e inventare, vengono per lo più guardati con sospetto e tacciati di violare la tanto acclamata e  incensata privacy.

Per questo, dopo il niet alle applicazioni per il riconoscimento facciale e a quelle per soli adulti e dopo il divieto di indossarli persino all’assemblea degli azionisti di Google come riportato da The Independentè scattato il divieto ai tavoli da gioco: i casinò delle città statunitensi di Las Vegas, Atlantic City, Cincinnati e Cleveland hanno vietato l’ingresso ai Google Glass.
Non del tutto irragionevole visto che gli innovativi dispositivi permettono con facilità di fotografare, filmare, collegarsi a Internet e ricevere informazioni senza peraltro dare nell’occhio (non hanno infatti un LED che si accende quando sono in modalità “rec”). Bandire il loro uso in un luogo in cui da sempre filmare e fotografare è vietato non appare poi così strano strano.

Ma i divieti esistono anche per essere infranti… Un Google Glass Explorer di nome Chris Barrett è andato in diversi casinò di Atlantic City utilizzando i Google Glass, camminando liberamente per le sale da gioco senza essere fermato dal personale addetto alla sicurezza.
Come si può vedere nel video, l’autore vaga per il casinò, gioca un po’ alla slot machine, si avvicina al tavolo da gioco e solo allora il dealer gli dice di toglierli dimostrando peraltro di non sapere bene cosa sia quell’aggeggio sul naso.

Ma questo è solo l’inizio di un percorso che si preannuncia duro per Google: se saranno confermati i rischi per la privacy, il divieto di indossare i Google Glass potrebbe essere esteso ad altri luoghi pubblici come banche e cinema.
Il caso del signor Dave Meinert che, proprietario di un bar di Seattle, ha deciso di vietare fin da subito l’ingresso ai clienti muniti dei super occhiali, ha già fatto il giro del mondo. E se in un casinò tutto sommato è comprensibile il divieto, se non sarà consentito indossare in Google Glass in un bar dove potremo mai usarli?

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: