Apple e iWatch: brevetti e rumor in arrivo dal Giappone!

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  9 luglio, 2013  |  Nessun commento
9 luglio, 2013
IWATCH-smartwatch

Visite: 2426

Se è vero che l’estate è oramai iniziata, è altrettanto vero che i grandi brand non vanno in vacanza. Così arrivano le prime indiscrezioni dalla Apple sul lancio di un nuovissimo dispositivo, l’iWacht.

La Apple avrebbe già depositato il brevetto in Russia e poi in Giappone il 3 di giugno, sottoponendo l’idea ad un esame come da prassi che richiede circa 4-5- mesi per l’approvazione. Ma a quanto pare la domanda per il brevetto dell’ i Watch è stata inoltrata anche in altri paesi come Messico e Taiwan.

Ma cos’è poi questo iWatch? Secondo i primi rumor, si tratta di un device a metà tra un orologio e un mini computer, che monitorerebbe il battito cardiaco e la respirazione, ovviamente in connessione con il proprio iPhone (si sa, la Apple lavora solo per la Apple!) per controllare gli aggiornamenti di Facebook e le eventuali chiamate perse. Un vero mini-portatile per essere sempre aggiornati sulle proprie comunicazioni.

Altre indiscrezioni rivelano che nelle fabbriche di Foxconn si sia già riunito in questi giorni un team di circa 100 persone , proprio li dove sono stati già prodotti iPhone e iPad e molti altri dispositivi dell’azienda di Cupertino. Oppure altre ancora rivelano che questo brevetto è già oggetto di guerra tra grandi competitor come Samsung e Microsoft.

Sta di fatto che l’innovatività della Apple è sicuramente proverbiale; il timore che la scomparsa di Steve Jobs potesse coincidere con l’affievolirsi del pensiero creativo di Cupertino sembra quasi superato. Certo è che aspettiamo che questo prodotto venga realmente lanciato per verificarne la reale utilità o l’eventuale pregio di non servir ad un bel nulla, se non a vizi e virtù.

A quanto pare, per scoprire tutto questo, non ci resta che attendere la fine del 2014 quando, secondo ipotesi, l’iWatch sarà messo in commercio.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: