Il 30 giugno si avvicina: Pec per tutti da Aruba! Ce ne parlano Stefano Sordi e Simone Braccagni

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  20 giugno, 2013  |  Nessun commento
20 giugno, 2013
pec-digitalizzazione

Visite: 2180

Il 30 giugno 2013 la posta elettronica certificata diventa obbligatoria per circa 3,5 milioni di imprese individuali.
L’obbligo è stato introdotto dal DL 179/2012: le imprese individuali che si costituiscano a partire dal 20 ottobre 2012 devono, in fase di prima iscrizione, dare comunicazione del proprio indirizzo di PEC, senza il quale si determina il rifiuto dell’istanza. Anche le imprese individuali già attive alla data del 20 ottobre 2012 sono tenute a comunicare il loro indirizzo PEC entro il 30 giugno 2013, pena la sospensione per tre mesi di qualunque ulteriore domanda anagrafica di variazione presentata a decorrere da tale data.

Un obbligo importante non privo di conseguenze. Ma il mondo delle imprese è preparato? Lo vive in modo positivo o come l’ennesimo adempimento burocratico da rispettare?
Lo abbiamo chiesto a Simone Braccagni, Amministratore Delegato di Aruba Pec, principale gestore in Italia di posta elettronica certificata con oltre 2,7 milioni di caselle amministrate.

Ora che l’utilizzo della posta elettronica certificata si è esteso a tutti i soggetti con attività d’impresa, pensiamo sia nostro dovere, in quanto principale Gestore, facilitare il processo di chi ne debba usufruire. Il nostro obiettivo è quello di far capire che l’utilizzo della PEC non deve essere interpretato come un mero adempimento legislativo, ma come un’opportunità legata al vantaggio che ne deriva: la semplificazione delle comunicazioni telematiche con valore legale ed il risparmio rispetto alla comunicazione cartacea. Proprio per questo Aruba offre a tutte le ditte individuali che ancora non si siano conformate all’obbligo legislativo vigente, la possibilità di sottoscrivere la PEC gratuitamente tramite il sito www.pecgratuita.it.

Può darci maggiori dettagli?

Aruba fornisce gratuitamente una PEC di qualità, corrispondente alla versione PREMIUM, la soluzione più avanzata della gamma. Essa comprende 10Gb di spazio totale, traffico mail illimitato e un servizio di notifiche via SMS per garantire che l’utente legga in tempo eventuali messaggi certificati, il cui valore è del tutto analogo a quello di una raccomandata A/R.
Inoltre Aruba offre un indirizzo PEC chiaro e diretto del tipo nome@pec.it e informa anche l’utente dell’importanza di avere una Firma Digitale, strumento obbligatorio per potere registrare la PEC al Registro delle Imprese.

Molti gestori accreditati fanno anche formazione, proprio per guidare gli utenti nell’utilizzo di questo strumento. Aruba prevede qualcosa del genere?

Ci ha risposto Stefano Sordi, Direttore Marketing di Arubache abbiamo incontrato in occasione di Forum PA edizione 2013.

Sono molte le iniziative che stiamo mettendo in campo per fare formazione: organizzeremo dei webinar, lavoreremo sui social network per promuovere l’utilizzo della PEC, e inoltre, da alcune settimane, abbiamo lanciato un campagna TV  per raggiungere il pubblico più ampio possibile, al fine di sensibilizzare sulla scadenza e presentare la nostra offerta gratuita. Tuttavia, sappiamo per esperienza che, molte ditte individuali che svolgono un’attività che non richiede l’uso di un computer, tendono a demandare l’attivazione e gestione di una casella Pec ad un intermediario,  in genere al proprio commercialista :per questo Aruba offre a tutti i commercialisti l’opportunità di prendere parte gratuitamente per un anno ad uno specifico Programma Partner a loro dedicato. Con la realizzazione di questo programma Partner dunque il nostro obiettivo è ancora una volta quello di facilitare il processo di adozione della PEC per tutti gli attori direttamente o indirettamente coinvolti dalla recente normativa, affinché il passaggio alla Posta Elettronica Certificata sia vissuto senza difficoltà e si aprano nuove strade per un utilizzo pieno dello strumento.

In cosa consiste il programma?

In vista del 30 giugno 2013, data in cui tutte le ditte individuali dovranno dotarsi di una casella PEC da comunicare al Registro delle Imprese, i commercialisti potranno diventare Partner di Aruba PEC, così da gestire ed attivare, attraverso una semplice interfaccia web, le caselle PEC dei propri clienti usufruendo di numerosi vantaggi, tra cui:

  • la possibilità di attivare un numero illimitato di caselle PEC, una per ciascun cliente;
  • l’opportunità di usufruire di vantaggi economici esclusivi: il primo anno sia la soluzione PEC Supervisore sia le caselle PEC di tutte le ditte individuali sono offerte gratuitamente nonché rinnovabili, dopo un anno, a prezzi esclusivi;
  • la nuova soluzione PEC Supervisore, che permette di gestire un elevato numero di caselle PEC da un’unica interfaccia Web in modo semplice e veloce permettendo al professionista di ridurre al minimo i tempi di gestione;
  • la possibilità di rilasciare ai propri clienti la Firma Digitale, necessaria per comunicare la PEC al Registro Imprese e perfettamente compatibile con i dispositivi emessi dalle Camere di Commercio.

Tra consulenti del lavoro, commercialisti, p.a., cittadini… le esigenze riguardo alla PEC sono molto diverse. Qual è l’offerta di Aruba per andare incontro alle diverse necessità?

È  sempre Stefano Sordi, nel corso del nostro incontro a Forum Pa, che ci offre alcuni dettagli:

Per quanto riguarda la Pec l’offerta è molto ampia. Si passa dal singolo utente che vuole acquistare una casella per pochi euro l’anno, alla possibilità di acquistare caselle più strutturate fino a costruire soluzioni personalizzate per p.a. e aziende. I tipi di Pec che forniamo sono essenzialmente tre:

1) Standard che, con 5 euro l’ anno, offre 1GB di spazio, oltre che tutte le funzionalità di accesso POP3, IMAP o web mail

2) Pro che porta lo spazio a 5GB e introduce l’archivio di sicurezza,  grazie al quale è possibile memorizzare tutte le email che superano una certa soglia nella inbox, per evitare eventuali cancellazioni involontarie; offre inoltre un servizio di ricezione notifiche via SMS, con un alert giornaliero che informa circa la presenza di nuovi messaggi.

 3) Premium che, insieme al servizio di SMS di notifica, prevede 10GB di spazio, e che risulta dunque particolarmente adatta a tutti coloro che necessitino di molto spazio per archiviare tutta la propria documentazione (per esempio avvocati, architetti, geometri o chiunque invii e riceva frequentemente messaggi PEC con file allegati)

L’offerta si amplia poi a servizi sempre più particolari: per esempio una casella multi-utente, ideale per la p.a. che magari deve avere una casella a cui possano accedere più persone.

Un altro servizio richiesto è quello di newsletter: un’applicazione che consente in modo molto semplice di creare una lista di distribuzione e spedire un messaggio. Questo consente di raggiungere un numero molto elevato di destinatari con tutta una serie di servizi di reportistica per controllare l’esito dell’invio.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: