Ascend P6 Huawei, lo smartphone piu’ sottile del mondo o il fratello (in tono) minore dell’iPhone?

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  20 giugno, 2013  |  Nessun commento
20 giugno, 2013
ascend_p6

Visite: 1601

Un buon mix tra qualità, quantità e software? Forse si: Ascend P6 della Huawei, presentato ieri in pompa magna a Londra, è lo smartphone più sottile del mercato o almeno così dicono. Potrebbe effettivamente rappresentare una sorta di terzo incomodo tra iPhone e S4? Vediamo un po’, ricordando che il suo prezzo, in Italia dove arriverà nei negozi a fine luglio, si aggirerà attorno ai 399 euro contro i circa 600 necessari per acquistare un Melafonino o il Samsung Android per eccellenza.

Ascend P6 misura 6,18 millimetri di spessore e ha a bordo il sistema operativo Android. E’ Dotato di un processore quad-core da 1,5GHz, un display da 4,7 pollici HD, una fotocamera frontale da 5 megapixel e una posteriore da 8 che registra video in full HD. Ultimo ma non per ultimo, punta tantissimo sul risparmio energetico: con Quick Power Control migliora le prestazioni di oltre il 30% rispetto a batterie dei concorrenti.

Sottile si, ma non per questo poco sicuro o poco robusto a livello strutturale, visto che Ascend P6 è costruito completamente in metallo: l’obiettivo finale di Huawei non è tanto dimostrare l’innovazione o la creatività quanto realizzare qualcosa di accattivante. Caratteristiche premium, quindi, e prezzo di fascia media (come il Samsung Galaxy S3) considerando che uno smartphone di fascia bassa di aggira sui 150 euro mentre il Nokia Asha 501, coi suoi 80 euro, è lo smartphone più conveniente del globo.

Tornando al nostro Ascend P6, da sottolineare la funzione IMAGESmart, tramite la quale è possibile migliorare gli scatti con il riconoscimento dei volti, la messa a fuoco sequenziale su un soggetto in movimento e l’ottimizzazione automatica di contrasto e colori.

Per la prima volta su un dispositivo Huawei, la funzione Panorama è di serie. Il sistema operativo è Android 4.2.2 Jelly Bean con  interfaccia personalizzata  Emotion, in grado di offrire fino a mille diverse grafiche, tra quelle preinstallate e quelle scaricabili (gratuitamente) online.

Chiosa finale: tra Samsung e iPhone, il nuovo smartphone di Huawei assomiglia molto al Melafonino, e, il rischio c’è, potrebbe diventare il ripiego di chi non può permettersi un iPhone di ultima generazione. Forse qui la cinese Huawei avrebbe potuto differenziarsi di più, senza andare per forza a volersi sostituire. Il che, fondamentalmente, aumenta la forza dei concorrenti. Staremo a vedere e attendiamo commenti!

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: