Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Social Media

Inarrestabile Facebook, dopo gli hashtag arrivano i video per Instagram e un aggregatore di notizie

Inarrestabile Facebook, dopo gli hashtag arrivano i video per Instagram e un aggregatore di notizie
1 minuti di lettura

Social network e video, un’accoppiata di grande successo: Facebook lo sa bene e si inserisce. La strada l’ha tracciata  Vine, la piattaforma video di Twitter lanciata solo a gennaio ma che già spopola tra gli utenti. Secondo le rilevazioni del sito specializzato nelle misurazioni web Topsy Analytics , per la prima volta pochi giorni fa i videoclip di 6 di Vine hanno superato il numero degli scatti condivisi con Instagram.

Ma Facebook poteva farsi sfuggire questa ghiotta occasione di successo? Certo che no. Secondo le indiscrezioni, sarà presto possibile infatti girare, caricare e condividere brevi video su Istagram, il social network fotografico più amato del web, acquistato l’anno scorso da Zuckerberg . Per la verità si sa ancora poco, praticamente solo che i video potranno durare dai 5 ai 10 secondi, contro i 6 di Vine.

Ma le novità non sono finite. Secondo altre indiscrezioni, Facebook starebbe per lanciare un servizio di aggregazione di contenuti e notizie, basato sui fedd Rss, simile a Google Reader, il più famoso degli aggregatori web che dal 1° luglio chiuderà i battenti.

Facebook ha infatti invitato per il 20 giugno la stampa a  “bere un caffé insieme per vedere la grande idea su cui sta lavorando un piccolo team” e tutto farebbe presupporre che si tratti proprio di questo. Anche perché l’invito mandato ai giornalisti ha impresso sopra una macchia di caffè, quella che capita spesso di lasciare al mattino sui quotidiani, mentre li leggiamo.

Altre notizie non se ne hanno, ma è probabile che l’introduzione degli hashtag , appena inaugurata dal social network di Palo Alto, sia dovuta principalmente al loro futuro utilizzo nel reader di Facebook.

Tra l’altro a confermare l’ipotesi del lancio di un aggregatore di notizie è il programmatore Tom Waddington che ne avrebbe trovato l’evidenza nel il codice di base di Facebook Ora gli utenti hanno un feed Rss e ognuno di questi ha fonti multiple e una lista di sottoscrittori”. Segnali abbastanza chiari del futuro che aspetta il social network più amato.

Foto del profilo di Lampadina Lab
LampadinaLab è principalmente un laboratorio di idee. Siamo nate nel dicembre 2011, in ambito universitario. Data la necessità sociale di darci una forma ci descriviamo come Social Media Communicators. Ci occupiamo di comunicazione in tutte le sue fasi, dall’analisi contestuale alla pianificazione delle idee, dalla creazione di contenuti all’animazione dei canali social. La nostra intenzione principale è quella di dare contenuto alle tecnologie, di dargli vita, nella maniera più originale possibile. Comunicare è un istinto a cui cerchiamo di dar forma attraverso la creatività, sfruttando le opportunità che ogni media ci offre. Siamo cinque: Oriana Bottini, Valentina Canu, Eleonora Ciali, Sara Di Costanzo, Daniela Mannini. LampadinaLab collabora con Alessia Canu per la realizzazione grafica. Le nostre competenze professionali si muovono in ambienti diversi e il nostro desiderio di crescere professionalmente ci spinge ogni volta a dare il massimo dell’impegno per incrementare il nostro bagaglio culturale. Ci occupiamo di Social Media Management e Animation, Blogging, Fotografia e Videomaking, Rassegna stampa, Gestione e Copertura di eventi in loco e on line. La nostra filosofia è quella di ideare una modalità di lavoro aperta e mutevole che favorisca le dinamiche di gruppo; professionalità e preparazione tecnica associata alla creatività e al desiderio di ideare qualcosa di nuovo. Blog: http://lampadinalab.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>