Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing / Politica / Strategia

Il Mister Agenda Digitale di Enrico Letta e’ Francesco Caio

Il Mister Agenda Digitale di Enrico Letta e’ Francesco Caio
1 minuti di lettura

Con un tweet pubblicato ieri a ora di pranzo, il premier Enrico Letta ha annunciato la decisione di convocare a Palazzo Chigi Francesco Caio per affidargli il ruolo, da tanti invocato, di operare da supervisore e referente per l’attuazione dell’Agenda digitale.

Una decisione, questa, che risponde alla richiesta, sempre più pressante da parte di politi e addetti ai lavori, di individuare una figura unica che si facesse carico, in prima persona, della gestione della complessa vicenda dell’Agenda digitale, risolvendo i problemi di attribuzione di responsabilità e snellendo i complessi rapporti che in questi ultimi mesi hanno visto convivere Ministri, ministeri e Agenzia, con il risultato, purtroppo ampiamente prevedibile, di un generale rallentamento dell’attuazione del Decreto Crescita 2.0.

La scelta del premier, dunque, è ricaduta su Francesco Caio, al momento AD di Avio con un passato da amministratore delegato anche in Omnitel e Indesit. Una decisione che precede il Cdm di oggi  (che dovrebbe sbloccare lo statuto dell’Agenzia per l’Italia digitale, ancora in stallo dopo il reinvio alla Corte dei Conti dello Statuto) e che segue di un giorno la diffusione dei dati dell’European Digital Agenda Scoreboard, annuale rilevazione sullo stato d’attuazione dell’agenda digitale europea, che mostra uno scenario ancora difficile per il nostro paese su diversi fronti su cui è necessario intervenire con urgenza.

Immediata la reazione alla nomina di Caio sui social network, dove ci si interroga già su come si svilupperanno realmente i rapporti tra il nuovo Mister Agenda Digitale, l’Agenzia e il Governo. Ovviamente, Pionero seguirà la querelle in diretta, con approfondimenti e speciali dedicati.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Lorenzo Orlando
Laureato in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo presso l'Università Sapienza di Roma, dal 2008 collabora col Cattid nell'ambito delle attività del gruppo di ricerca Logos, per il quale partecipa a diversi progetti sui temi dell'e-Government, dell'e-Inclusion, dell'e-Partecipation, dell'Open Data. È membro fondatore dell'associazione "Stati Generali dell'Innovazione".

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register