Apps & Mobile / Aziende / in evidenza / Innovazione / Marketing

iOS 7, e’ il giorno dei giorni: Apple svela le novita’ sul nuovo sistema operativo e sugli ultimi MacBook Air

iOS 7, e’ il giorno dei giorni: Apple svela le novita’ sul nuovo sistema operativo e sugli ultimi MacBook Air
2 minuti di lettura

E’ atteso in maniera spasmodica in tutto il mondo, soprattutto perché tutti vogliono sapere come sarà iOS 7, il sistema operativo mobile della Apple che, stando ai rumors, si dice segnerà una vera e propria rivoluzione rispetto al passato (e quindi al precedente iOS 6).

Ai visionari dell’universo pare interessare il giusto, che una ricerca dimostri come iOS 6 sia installato sul 93% di tutti gli iDevice connessi in rete: si cerca sempre qualcosa in più, e da oggi sarà svelato il mistero in occasione del Worldwide Developers Conferencel’evento di Apple per illustrare i nuovi prodotti, di scena sino a venerdì 14 al Moscone Center di San Francisco.

I cinquemila biglietti a disposizione, venduti al prezzo non proprio popolare di 1.599 dollari l’uno (poco più di 1.200€), sono andati esauriti nel giro di due minuti! Come a dire: non ci interessa della crisi, vogliamo sapere in anteprima cosa ci riserva la Mela e poi anche comprarlo per primi. In questo senso, Cupertino ha un vantaggio incolmabile sulla concorrenza: è un po’ come la Ferrari, vive di luce riflessa, in una sorta di mito che si autoalimenta in continuità.

Partiamo da iOS 7: dell’interfaccia che avrà il nuovo software si è scritto e si sa che sarà più minimalista, e ci sarà più bianco e nero. Ma ora Apple Inside riapre il caso delle icone, che secondo alcune immagini non sarebbero più con gli angoli arrotondati ma quadrate. Gli sviluppatori di app sono sempre stati invitati a caricare le icone delle applicazioni con gli spigoli vivi, visto che il sistema Apple applica in automatico un filtro per smussare gli angoli. Ma da martedì gli angoli arrotondati sono spariti e non appaiono più nel portale ufficiale di Apple per sviluppatori (date un’occhiata al video che gira in rete su iOS 7 per farvi un’idea).

Stando a delle rilevazioni pubblicate da Chitika sugli utenti statunitensi, iOS 6 è installato su ben il 92,7% di tutti gli iPhone in circolazione, mentre per iPad si segna la soglia dell’82,9%. E’ quindi l’assenza di frammentazione nella linea iPhone, così anche come in quella iPad, garantisce ad Apple una rapida adozione dei propri sistemi. Chissà se ce la farà anche iOS 7. Novità sostanziali e sicure dovrebbero essere l’integrazione di Flickr e Vimeo nell’OS.

 

Ultimo ma non per ultimo, al Worldwide Developers Conference dovrebbero essere svelati anche i nuovi MacBook Air (sia da 11″ che da 13″) e Mac Book Pro, per i quale le principali novità potrebbero essere costituite dal processore Haswell di Intel, dal nuovo standard Wi-Fi 802.11ac e dal Retina Display.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>