Smart city, da involucri di atomi a involucri di bit: appuntamento stasera al Talent Garden di Brescia

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  7 giugno, 2013  |  Nessun commento
7 giugno, 2013
Schermata-2013-05-17-alle-13.45.15

Visite: 1186

Gli amici del Talent Garden di Brescia hanno organizzato questa sera la presentazione del mio libro “Smart Cities-Gestire la complessità urbana nell’era di Internet“. Iniziamo subito a riflettere sulle smart city e le loro evoluzioni?

Vi offro questa affascinante vision degli ambienti urbani nella loro evoluzione storica. La ho mutuata reinterpretando la lezione di William Mitchell. Le città pre-industriali consistevano essenzialmente di “scheletro e pelle”. Hanno fornito riparo e protezione, e attraverso un sistema di edificazione verticale hanno permesso l’intensificazione dell’uso del suolo.

Le città di epoche industriale acquisirono fisiologie artificiali, estese e sofisticate: sistemi di fornitura e drenaggio dell’acqua, sistemi di approvvigionamento energetico e il trasporto meccanizzato. Le città dell’era della digitalizzazione informatica stanno sviluppando sensori e sistemi elettronici integrati. Le città quindi iniziano ad operare come organismi intelligenti che forniscono risposte coordinate a seconda delle condizioni e dei bisogni.

Bello no? Cominciamo a discuterne questa sera?

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: