Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
in evidenza / Marketing / Social Media

Facebook, 100 milioni d’iscritti non sono umani ma cani, gatti e cavalli

Facebook, 100 milioni d’iscritti non sono umani ma cani, gatti e cavalli
1 minuti di lettura

Cani, gatti, cavalli, ma anche marchi di abbigliamento ed elettrodomestici: l’universo di Facebook sembra un vero e proprio bazar virtuale.
Secondo una nuova analisi sul social network di Mark Zuckerberg, 100 milioni di iscritti non sono esseri umani.

Secondo il rapporto di Quartz, Facebook dichiara di avere attualmente 1,1 miliardi di utenti, ma in effetti questo numero, almeno per quanto riguarda le persone fisiche, non sarà raggiunto sino al 2014: solo 889 milioni sarebbero persone e tutti gli altri una variegata popolazione composta da animali domestici, aziende e anche parodie d’individui in carne ed ossa. Tra gli amici a quattro zampe non poteva mancare anche Beast, il cane di Zuckerberg.

Zuckerber e Beast su Facebook

Tra l’altro Facebook non sta attraversando un momento dei più rosei: secondo gli ultimi dati, almeno negli Stati Uniti gli adolescenti stanno perdendo interesse, non solo per la concorrenza degli altri social ma anche per tutte le questioni, poco chiare e chiarite da Menlo Park, legate a privacy e sicurezza.

Secondo alcuni analisti, insomma, il calo dell’utilizzo potrebbe interessare il 40% di utenti americani che nel 2013 si aspetta di utilizzare Facebook molto meno rispetto all’anno precedente. Probabilmente, come l’ultimo studio di Globalwebindex dimostra, in favore di Twitter, il social che cresce più velocemente di tutti gli altri, e Google Plus, in fortissima ascesa.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register