Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
in evidenza / infografiche / Marketing / Social Media / Strategia / Turismo 2.0

Vacanza 2.0, come i social media hanno ucciso le cartoline (infografica)

Vacanza 2.0, come i social media hanno ucciso le cartoline (infografica)
1 minuti di lettura

Internet e i social media hanno cambiato e continuano a cambiare le abitudini di tutti, portando ad evoluzioni dei consumi a volte in maniera anche piuttosto rapida. Chi l’avrebbe mai detto oggi che sarebbe stato così facile acquistare voli su internet e crearsi la propria vacanza in meno di un’ora? Una delle ultime vittime illustri di questa selezione naturale sono le cartoline, visto che a quanto pare solamente un turista su 20 le utilizza, preferendogli foto fatte sul momento e caricate successivamente su Facebook o Twitter.

La praticità e l’economicità del mezzo tecnologico rappresentano due fortissimi punti a favore dei social network, ma non bisogna dimenticarsi che negli ultimi anni  il prezzo della cartoline è molto cresciuto e che queste non sempre arrivano a destinazione, soprattutto in Italia.

Oltre il 60% dei viaggiatori utilizza i social network durante i propri viaggi e con oltre un miliardo di utenti mensili attivi Facebook è oggi il modo più popolare (26%) di aggiornare chi è rimasto a casa. Degli intervistati, uno su cinque ha ammesso di aggiornare il proprio status una volta ogni paio di giorni, mentre il 5% lo fa ogni due ore.

Solamente un quarto rimane in contatto con l’invio di messaggi di testo, cosa che nel caso di viaggi intercontinentali può risultare parecchio costosa. Un buon 20% ha poi ammesso che non fa assolutamente nulla per rimanere in contatto con la vita di tutti i giorni, preferendo dunque per esempio rilassarsi in un hotel ad Ibiza tra una serata in discoteca ed una giornata in spiaggia.

Lo stesso sondaggio ha poi evidenziato come i depliant delle agenzie di viaggio si possono considerare anche loro sulla strada dell’estinzione, visto che l’89% dei viaggiatori non utilizza più gli opuscoli per scegliere le vacanza, optando invece ai siti web delle agenzie di viaggio (23%), siti di social media (22%), ed ai consigli personali di amici e parenti (15%).

Altre popolari fonti di ispirazione sono costituite dai quotidiani e dalle riviste, utilizzate dal 10% degli intervistati. Tra le altre fonti d’ispirazione ci sono anche i programmi televisivi e i siti web dedicati al turismo.

Social media e viaggi

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Alfredo Cannatella
News provider

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register