Nuova ECDL, la patente europea per il computer si rinnova

Scritto da:     Tags:  ,     Data di inserimento:  15 maggio, 2013  |  Commento
15 maggio, 2013
ecdl_aica

Visite: 5137

L’ECDL, la patente europea del computer, si rinnova nei contenuti e nella struttura per adeguarsi ai cambiamenti dello scenario tecnologico, educativo e professionale. Lo ha annunciato AICA, l’Associazione italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico.

ECDL rappresenta a livello nazionale e internazionale lo standard riconosciuto per la computer literacy e AICA è l’ente che, facendo parte dell’organismo internazionale ECDL Foundation, è garante per l’Italia del programma ECDL, lo gestisce fin dalla sua nascita, accredita i test center, approva i materiali formativi digitali e cartacei dedicati al programma da editori e altri soggetti.

L’ECDL, introdotta nel nostro paese dal 1997, ha avuto un grande successo, sia come strumento per introdurre le competenze digitali in ambito scolastico, sia come strumento di riconoscimento di competenze utili per il mondo del lavoro, in particolare nella pubblica amministrazione. In quindici anni, in Italia sono stati emesse quasi 2.000.000 di certificazioni ECDL e sono 2.876 i test center, centri per la formazione e per il rilascio della certificazione, presenti sul nostro territorio.

Ma è anche vero che in quindici anni le tecnologie di utilizzo quotidiano sono radicalmente mutate: pensiamo alla presenza pervasiva di strumenti e applicazioni per il web in mobilità, l’evoluzione del web, la possibilità di utilizzare programmi e servizi che risiedono “nella nuvola” e non più sui nostri computer, ed infine l’emergere di nuove modalità di comunicazione e collaborazione on line che oggi sono parte integrante dell’esperienza digitale di ciascuno. Conseguenza di tutto questo è anche una marcata esigenza di sicurezza, o meglio di capacità di comportarsi in modo consapevole e attento rispetto ai propri dati ed alla propria identità digitale.

Nello studio le tecnologie digitali stanno modificando il modo di imparare e insegnare; nel lavoro aumenta la domanda di competenze qualificate, continuamente aggiornate e spendibili nel mercato globale. Le normative nazionali ed europee recepiscono questi cambiamenti e stabiliscono un quadro di riferimento che anche il nostro paese ora recepisce, con il Sistema Nazionale di Certificazione delle Competenze.

ECDL, che è una certificazione europea adottata da circa 150 paesi del mondo si impone come standard globale nella alfabetizzazione digitale, ed il profondo cambiamento di cui è protagonista le permette di continuare a rispondere nel modo migliore alle necessità di studenti, lavoratori, imprese. 

spiega Bruno Lamborghini, Presidente di AICA.

Nuovi contenuti ECDL

La nuova ECDL risponde al cambiamento aggiornando i moduli esistenti e introducendo tre moduli del tutto nuovi, denominati Computer Essential, IT security e Online Collaboration. Questi si affiancano ai moduli dedicati ai principali strumenti informatici individuali – videoscrittura, fogli di calcolo, presentazione – e ai moduli dedicati a conoscenze e abilità fondamentali per l’uso del computer e altri device digitali, e alle competenze per l’utilizzo del web. Come sempre, ECDL resta una certificazione informatica riconosciuta a livello internazionale, neutrale rispetto ai vendor, dai contenuti verificabili e standardizzati, offrendo la possibilità di certificarsi sia utilizzando programmi con licenza, sia open source.

  • Il modulo Computer Essential riguarda la conoscenza generale del computer e dei device digitali di oggi, dei loro principi di funzionamento e gestione delle attività di base.
  • Il modulo Online Collaboration riguarda le competenze “sociali” e collaborative: usare strumenti cooperativi in rete (via PC ma anche con smartphone o tablet), i social network, le applicazioni mobili, servizi e applicazioni disponibili “in cloud” (archiviazione remota, musica, programmi…).
  • IT Security definisce i concetti e le competenze per un uso sicuro delle tecnologie digitali nello studio e nel lavoro. La protezione dell’identità digitale, la sicurezza dei dati, della connessione, del computer, della rete locale.

Nuova Struttura ECDL

Con la nuova patente del computer, si compongono due certificazioni principali: ECDL Base ed ECDL Full Standard. ECDL Base descrive le competenze considerate necessarie per l’alfabetizzazione digitale: è composta da quattro moduli dedicati a tali abilità, da certificare in modo obbligatorio.

  • Computer Essential: riguarda le conoscenze e abilità fondamentali relative all’uso dei computer e degli altri strumenti digitali.
  • Online Essentials: conoscenze e abilità fondamentali per utilizzare Internet ricercando informazioni, compiere attività su web, comunicare online in modo efficace
  • Word Processing: competenze relative all’elaborazione di testi utilizzando un applicativo a ciò dedicato
  • Spreadsheets: competenze relative all’utilizzo di un applicativo del tipo foglio di calcolo.

L’insieme di competenze così descritto è stato individuato dall’ECDL Foundation e costituisce le abilità essenziali per essere pienamente “cittadini digitali” del nostro mondo. Esse sono inoltre le basi per accedere a competenze più specializzate; mettono in grado di utilizzare più strumenti, connettersi e sfruttare al meglio ai servizi online, gestire testi e numeri attraverso applicazioni digitali.

L’ECDL Full Standard è composta da sette moduli: i quattro moduli della certificazione ECDL Base, cui si aggiungono il modulo presentation (dedicato ai software per presentazioni), il modulo online collaboration ed il modulo IT Security.

  • Online Collaboration riguarda le competenze: per usare strumenti di collaborazione in rete, via PC ma anche con smarthpone o tablet; per utilizzare al meglio i social network, le applicazioni mobile, per utilizzare servizi e applicazioni in cloud (musica, messaggi, programmi per lo studio e il lavoro…)
  • IT Security definisce i concetti e le competenze per un uso sicuro delle tecnologie digitali nello studio e nel lavoro. La protezione dell’identità digitale, la sicurezza dei dati, della connessione, del computer, della rete locale.

Il possesso delle competenze previste da questa certificazione costituisce il fondamento di un pieno utilizzo del digitale per le esigenze individuali, per il lavoro e per la scuola.

Le evoluzioni future: ECDL Profile, la certificazione “per la vita”

In una prospettiva di adozione a più lungo termine (dal 2014 in poi) verrà introdotto ECDL Profile: un modello che lascia al candidato la libertà di scegliere una qualsiasi combinazione di moduli da certificare, a seconda dei suoi interessi o delle sue esigenze professionali, scegliendoli dall’elenco di tutti i moduli della famiglia ECDL: inclusi i moduli avanzati dedicati ai principali programmi di produttività individuale ed i moduli specialistici dedicati a competenze particolari quali web, image editing, informatica nei sistemi sanitari (ECDL Health), progettazione CAD.

ECDL Profile potrà testimoniare la graduale acquisizione di competenze nel mondo digitale, accompagnando le persone “per tutta la vita”: dalla scuola, quando ad esempio si potranno certificare le proprie competenze digitali di base, fino alla formazione svolta durante la vita lavorativa in una ottica di formazione permanente (lifelong learning).

Si introdurrà un modello flessibile, che permetterà di adeguare al meglio la propria formazione rispetto alle esigenze individuali; le competenze nel mondo digitale saranno riportate nel “libretto delle competenze” di cui, come prevedono le norme europee sul reciproco riconoscimento, tutti i cittadini dovranno essere dotati.

Lascia un commento

  • http://www.automaticando.com/ Automaticando

    …Continua ad essere troppo Microsoft-centrica. Dovrebbero studiare un modo che coinvolga maggiormente gli utenti di differenti Software-house.


Ti potrebbe interessare anche: