Downloadify: pirateria per Spotify

Scritto da:     Tags:  , , , , , ,     Data di inserimento:  13 maggio, 2013  |  Nessun commento
13 maggio, 2013
019205-470-spotify_downloadify

Visite: 989

Problemi all’orizzonte per Spotify con Downloadify, estensione per Google Chrome che permette di scaricare in formato MP3 i brani musicali ascoltati dagli utenti su Spotify. Apparso sul web appena pochi giorni fa, Downloadify ha rapidamente suscitato numerose polemiche, dove si è principalmente discusso in proposito di pirateria musicale.

Ricordiamo che Spotify, il nuovo servizio musicale digitale che permette a tutti di accedere a milioni di brani e che dal mese di febbraio è approdato anche in Italia, già prevede la funzionalità di salvare i propri file preferiti in locale, mantenendo la propria quota di iscrizione con la quale vengono pagate le royalty ad artisti e case discografiche, ma grazie al funzionamento di Downloadify subirebbe una grande modifica: i brani ascoltati verrebbero immediatamente scaricati nel disco fisso in formato MP3 e privi di qualunque protezione in modo tale da poter essere tranquillamente copiati e condivisi a piacimento.

Il meccanismo di Downloadify riuscirebbe ad avvalersi di una debolezza del player web che pare non utilizzi alcuna protezione per i file disponibili; in questo modo, ogni volta che veniva scaricata una canzone rimaneva una copia nell’hard disk dell’utente priva di restrizioni o protezioni, e dunque riutilizzabile a proprio gradimento.

Tuttavia Google, appena resosi conto della faccenda, ha rimosso rapidamente il software disponibile sul Chrome Web Store, anche se si stanno aspettando ancora dichiarazioni ufficiali provenienti sia da Spotify che da Google stesso.

Per il momento è stato anche sconsigliato l’utilizzo del software considerato “illegale”, almeno fino a quando non avremo ulteriori chiarimenti relativi al corretto funzionamento.

Lascia un commento