Apps & Mobile / in evidenza / Informazione / Marketing / Strategia

Downloadify: pirateria per Spotify

Downloadify: pirateria per Spotify
1 minuti di lettura

Problemi all’orizzonte per Spotify con Downloadify, estensione per Google Chrome che permette di scaricare in formato MP3 i brani musicali ascoltati dagli utenti su Spotify. Apparso sul web appena pochi giorni fa, Downloadify ha rapidamente suscitato numerose polemiche, dove si è principalmente discusso in proposito di pirateria musicale.

Ricordiamo che Spotify, il nuovo servizio musicale digitale che permette a tutti di accedere a milioni di brani e che dal mese di febbraio è approdato anche in Italia, già prevede la funzionalità di salvare i propri file preferiti in locale, mantenendo la propria quota di iscrizione con la quale vengono pagate le royalty ad artisti e case discografiche, ma grazie al funzionamento di Downloadify subirebbe una grande modifica: i brani ascoltati verrebbero immediatamente scaricati nel disco fisso in formato MP3 e privi di qualunque protezione in modo tale da poter essere tranquillamente copiati e condivisi a piacimento.

Il meccanismo di Downloadify riuscirebbe ad avvalersi di una debolezza del player web che pare non utilizzi alcuna protezione per i file disponibili; in questo modo, ogni volta che veniva scaricata una canzone rimaneva una copia nell’hard disk dell’utente priva di restrizioni o protezioni, e dunque riutilizzabile a proprio gradimento.

Tuttavia Google, appena resosi conto della faccenda, ha rimosso rapidamente il software disponibile sul Chrome Web Store, anche se si stanno aspettando ancora dichiarazioni ufficiali provenienti sia da Spotify che da Google stesso.

Per il momento è stato anche sconsigliato l’utilizzo del software considerato “illegale”, almeno fino a quando non avremo ulteriori chiarimenti relativi al corretto funzionamento.

Foto del profilo di Lampadina Lab
LampadinaLab è principalmente un laboratorio di idee. Siamo nate nel dicembre 2011, in ambito universitario. Data la necessità sociale di darci una forma ci descriviamo come Social Media Communicators. Ci occupiamo di comunicazione in tutte le sue fasi, dall’analisi contestuale alla pianificazione delle idee, dalla creazione di contenuti all’animazione dei canali social. La nostra intenzione principale è quella di dare contenuto alle tecnologie, di dargli vita, nella maniera più originale possibile. Comunicare è un istinto a cui cerchiamo di dar forma attraverso la creatività, sfruttando le opportunità che ogni media ci offre. Siamo cinque: Oriana Bottini, Valentina Canu, Eleonora Ciali, Sara Di Costanzo, Daniela Mannini. LampadinaLab collabora con Alessia Canu per la realizzazione grafica. Le nostre competenze professionali si muovono in ambienti diversi e il nostro desiderio di crescere professionalmente ci spinge ogni volta a dare il massimo dell’impegno per incrementare il nostro bagaglio culturale. Ci occupiamo di Social Media Management e Animation, Blogging, Fotografia e Videomaking, Rassegna stampa, Gestione e Copertura di eventi in loco e on line. La nostra filosofia è quella di ideare una modalità di lavoro aperta e mutevole che favorisca le dinamiche di gruppo; professionalità e preparazione tecnica associata alla creatività e al desiderio di ideare qualcosa di nuovo. Blog: http://lampadinalab.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>