in evidenza / Innovazione / Marketing / Social Innovation / Social Media

FoodSharingLab: la condivisione del cibo sbarca anche in Italia

FoodSharingLab: la condivisione del cibo sbarca anche in Italia
2 minuti di lettura

Ne abbiamo già parlato, in tempi di crisi e di consapevolezza ambientale, come quelli che viviamo oggi, il tema del food sharing diventa sempre più di attualità. E se il fatto che in Germania, paese all’avanguardia in molti campi, nasca una piattaforma dedicata alla condivisione del cibo non stupisce più di tanto, probabilmente sapere che anche nel nostro paese ci si muove in questa direzione lascerà forse piacevolmente increduli.

Dai primi di maggio è infatti online la piattaforma tutta italiana FoodSharingLab il cui scopo è quello di condividere il cibo che avanza all’interno di micro-aree, quali strade, quartieri, università, piccoli paesi. I fondatori Eugenio Marzo e Laura Fioravanti amano definire il loro progetto come “un portale di Foodsharing Site Hosting , una specie di Aruba anti spreco”.

Infatti, a differenza che nel già noto sito tedesco Foodsharing l’utente non è invitato solo a condividere il cibo che non può consumare ma anche a creare il sito web di riferimento della sua comunità che, ospitato gratuitamente all’interno della piattaforma, può diventare il punto d’incontro per tutti coloro che in quella zona vogliono promuovere un uso consapevole dei prodotti alimentari.

La filosofia alla base di  FoodsharigLab è quindi quella della riduzione degli sprechi e tutti gli aspetti del progetto, non solo quelli strettamente legati al cibo, sono coinvolti in questo processo: la costruzione e la gestione del sito è quasi a costo zero grazie all’uso di software Open Source e alle competenze e all’impegno dei suoi fondatori che si dedicano in prima persona al suo sviluppo.

Per quanto riguarda le funzionalità si nota che ancora non sono state sviluppate tutte le potenzialità della piattaforma ma naturalmente si tratta di una questione di tempo: l’idea dei suoi creatori è infatti quella di ampliare pian piano i suoi servizi in chiave “sociale”. Tra le idee che verranno sviluppate più a breve ci sono l’introduzione di una chat in stile Facebook, di un sistema di report che informerà ogni owner sulle quantità di visite che riceve il suo sito e della funzione “Dinner Together” per rafforzare i legami che si creano all’interno di ogni comunità.
Le premesse sembrano quindi buone, la speranza è che in Italia la piattaforma e in generale le pratiche di food sharing possano godere dello stesso successo che stanno avendo in Germania.

Foto del profilo di Lampadina Lab
LampadinaLab è principalmente un laboratorio di idee. Siamo nate nel dicembre 2011, in ambito universitario. Data la necessità sociale di darci una forma ci descriviamo come Social Media Communicators. Ci occupiamo di comunicazione in tutte le sue fasi, dall’analisi contestuale alla pianificazione delle idee, dalla creazione di contenuti all’animazione dei canali social. La nostra intenzione principale è quella di dare contenuto alle tecnologie, di dargli vita, nella maniera più originale possibile. Comunicare è un istinto a cui cerchiamo di dar forma attraverso la creatività, sfruttando le opportunità che ogni media ci offre. Siamo cinque: Oriana Bottini, Valentina Canu, Eleonora Ciali, Sara Di Costanzo, Daniela Mannini. LampadinaLab collabora con Alessia Canu per la realizzazione grafica. Le nostre competenze professionali si muovono in ambienti diversi e il nostro desiderio di crescere professionalmente ci spinge ogni volta a dare il massimo dell’impegno per incrementare il nostro bagaglio culturale. Ci occupiamo di Social Media Management e Animation, Blogging, Fotografia e Videomaking, Rassegna stampa, Gestione e Copertura di eventi in loco e on line. La nostra filosofia è quella di ideare una modalità di lavoro aperta e mutevole che favorisca le dinamiche di gruppo; professionalità e preparazione tecnica associata alla creatività e al desiderio di ideare qualcosa di nuovo. Blog: http://lampadinalab.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>