Pisa: la desktop virtualization entra all’Universita’ e si laurea in risparmio energetico

Scritto da:     Tags:      Data di inserimento:  20 aprile, 2013  |  Nessun commento
20 aprile, 2013
desktop-virtualization

Visite: 2077

Da sempre all’avanguardia sul versante della digitalizzazione, l’Università di Pisa ha deciso rinnovarsi e di avviare un imponente progetto di desktop virtualization dimostrando come il ricorso alla tecnologia possa migliorare effettivamente la qualità dell’istruzione, anche in Italia.

L’Ateneo aveva la necessità di aggiornare le proprie infrastrutture informatiche con l’obiettivo di massimizzarne l’efficienza e ridurne i costi energetici, oltre a varie esigenze come manutenzione dei personal computer, amministrazione degli accessi da un’unica postazione master che tenesse conto del sistema di autenticazione esistente, flessibilità degli applicativi software, ecc. …

La scelta dell’Università è ricaduta sulle tecnologie di NComputing in seguito a un attento processo di benchmarking che ha coinvolto i maggiori player di mercato, in quanto “Le prove effettuate sui prodotti NComputing hanno dimostrato che nessun altro poteva rispondere in maniera così efficace alle nostre necessità in termini di elevate prestazioni, costi contenuti, flessibilità e non da ultimo di attenzione alla sostenibilità ambientale”, ha dichiarato il Prof. Antonio Cisternino, Ricercatore in Informatica presso il Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa.

I benefici dell’implementazione di queste soluzioni sono stati molteplici: la riduzione dei consumi energetici e la semplificazione della gestione delle strutture IT sono sicuramente tra i vantaggi più immediatamente tangibili dell’operazione. I risparmi, inoltre, sono stati evidenti anche dal punto di vista dei costi di gestione complessiva (TCO o Total cost of ownership) e da quello della dispersione termica, ora nettamente minore. Non solo, secondo quanto dichiarato dai responsabili dell’Università, la gestione delle policy di gruppo, la flessibilità dei software, il controllo e il monitoraggio delle postazioni in tempo reale da un’unica unità master hanno offerto una convenienza superiore di circa il 100% rispetto ad un’architettura tradizionale basata su PC.

“La scelta di inserire nel nostro catalogo le soluzioni NComputing è dettata dal fatto che sempre più comprendiamo il valore strategico della virtualizzazione e vogliamo offrire ai nostri clienti le migliori soluzioni oggi presenti sul mercato” ha dichiarato Massimo Grillo, CEO e General Manager di Horus Informatica. “Tutto questo è stato reso possibile anche grazie al prezioso contributo di Cima Telematica, nostra partner essenziale per il raggiungimento degli obiettivi preposti” ha proseguito Grillo.

Massimo Grillo, CEO e General Manager Horus Informatica

Lascia un commento