Swayy, un nuovo strumento per la content curation

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  18 aprile, 2013  |  Nessun commento
18 aprile, 2013
swayy

Visite: 1138

Google Reader sta morendo e con lui moriranno anche i feed.

Certo, non tutti saranno d’accordo con questa affermazione, ma della morte di Google Reader stanno beneficiando un sacco di nuovi e vecchi servizi che ora si presentano con maturità e, soprattutto, innumerevoli vantaggi.

Flipboard permette ora di creare e condividere riviste personalizzate mentre si stacca dal tablet e consente di curare anche con il bookmarklet. Pocket si eleva da strumento di curation intima e personalissima (oserei dire privata) e introduce la condivisione social. Linkedin si è comprata Pulse e altre centinaia di realtà stanno rimettendo in moto progetti e idee basati sul reading e sulla curation.

Fra i nuovi arrivati va data ampia enfasi a Swayy. Un servizio che mescola curation, sharing e reputation. Un po’ Google reader, un po’ Klout il tutto in salsa social.

Swayy ci aiuta con i suggerimenti sugli articoli di nostro interesse, grazie a una serie di keyword scelte per gli argomenti che riteniamo più consoni al nostro contesto di curation. Offre un cruscotto di analisi che mostra le tendenze su quello su cui conversiamo o segnaliamo nei social (Twitter, Linkedin, Facebook) e su come i nostri followers reagiscono.

Il cruscotto permette di condividere contenuti che, poi, vengono classificati come: Suggested content for you to Share (in grado di favorire l’interazione).

Provata la beta già non posso più farne a meno e intravedo nelle funzionalità non attivabili, per ora, in beta, un bel bottoncino ‘INVITE TEAM MEMBERS’ che si preconfigura come un valido strumento per la curation di gruppo.

Consiglio anche la bella intervista a cura di The Next Web a Lior Degani, cofounder di Swayy, dove poter comprendere meglio la roadmap di questa interessante startup israeliana.

Nel contempo vi lascio con le  mie 4 chiacchiere su Gate42. Tema, ovviamente, la content curation.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: