“Turismo e Reput’Azione”, il libro a cura di Roberta Milano e Francesco Tapinassi sulle recensioni on line

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  16 aprile, 2013  |  Nessun commento
16 aprile, 2013
turismo_reputazione

Visite: 10778

Ecco finalmente sulla scrivania anche il secondo libro di Pionero dedicato al fenomeno delle recensioni on line nel turismo: “Turismo e Reput’Azione. On line reputation management per imprese ricettive, ristoranti e destinazioni turistiche”  di Roberta Milano e Francesco Tapinassi.
Con la collaborazione degli amici Nicola Zoppi, Sergio Farinelli, Robi Veltroni, Massimiliano Gini, Carlo Vischi e Suzi Jenkins, Roberta Milano e Francesco Tapinassi analizzano ed evidenziano l’importanza della brand reputation come sfida positiva di competitività.

Il fenomeno delle recensioni on line nel turismo fa parte di un più ampio e complesso cambiamento che il web 2.0 ha impresso all’intero settore.
L’immediatezza e la bidirezionalità delle conversazioni in Rete hanno infatti consentito al passaparola digitale di crescere a ritmi elevatissimi modificando le aspettative, i linguaggi e i comportamenti dei viaggiatori, nonché le opportunità per la visibilità e la reputazione di un’impresa turistica o di una destinazione. Un fenomeno che chiede di essere gestito, governato, e che può essere capitalizzato.

“La sfida dell’online reputation management si basa due passaggi obbligati e sequenziali: conoscere ed affrontare”,  scrivono gli autori nell’introduzione. “Il sistema dell’impresa si divide tra chi sta utilizzando questi strumenti con apertura e chi, invece, affronta le novità con grandi difficoltà e diffidenze che a volte generano senso di frustrazione. Questo libro nasce con lo scopo di trasmettere conoscenze, metodo e suggerimenti pratici a quegli operatori che sentono il bisogno di approfondire l’argomento per ampliare le loro capacità
competitive”.

Ma cosa sono le review? Come stanno cambiando le relazioni tra il viaggiatore e l’offerta turistica? Quali conseguenze ha la loro diffusione sulla comunicazione, sulla conoscenza dei propri ospiti e sulla costruzione di un prodotto sempre più innovativo?
“Turismo e Reput’azione” risponde proprio a questi interrogativi richiamando gli operatori, come la parola stessa suggerisce, all’azione e proponendo una chiave di lettura della reputation come opportunità e non come problema.
Uno strumento e una prospettiva quanto mai utili in un momento in cui la crisi economica impone con urgenza rinnovate capacità imprenditoriali, in grado di sfruttare a proprio vantaggio gli strumenti messi a disposizione dall’innovazione digitale.

Turismo e Reput'azione

Turismo e Reput'azione


Milano Roberta, Tapinassi Francesco , 2013, maggioli editore

Il fenomeno delle recensioni on line nel turismo fa parte di un più ampio e complesso cambiamento che il web 2.0 ha impresso all'intero settore.
L'immediatezza e la bidirezionalità delle conversazioni in Rete hanno infatti consentito al passaparola digitale di crescere a ritmi...


24,00 € 21,60 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it


 

Di seguito copertina e indice del libro.

Turismo e Reput'azione sul fenomeno delle recensioni on line

INDICE

CAPITOLO I – La zona cieca del turismo. Come il web ha cambiato e sta cambiando il mercato turistico
(di Roberta Milano)

CAPITOLO II – Social Information Revolution in Tourism (S.I.R.T.)
(di Francesco Tapinassi)

CAPITOLO III – 50 casistiche significative nel mondo delle recensioni d’hotel
(di Nicola Zappi)

CAPITOLO IV – Reputation, Web Marketing e Revenue: i casi delle imprese alberghiere
(di Sergio Farinelli)

CAPITOLO V – Il “social commerce” e gli effetti sulla reputazione
(di Robi Veltroni)

CAPITOLO VI – Case history: monitoraggio ed analisi della Brand Reputation di destinazione. Il ”Maremma Brand Index”
(di Massimiliano Gini)

IN PRATICA

Caro turista, la tua opinione ci sta a cuore! (a cura di Turismo Torino e Provincia)

TripAdvisor e la promozione istituzionale: il caso Ferrara. Iniziative sperimentali di collaborazione (di Luca Bianchi)

Una testimonianza di ristorazione: “Da Burde” (di Carlo Vischi)

Affrontare l’utente parlante per i ristoranti: un’impresa soprattutto mentale (di Suzi Jenkins)

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: