Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Social Media

#music, Twitter si da’ alla musica

#music, Twitter si da’ alla musica
2 minuti di lettura

Dovrebbe chiamarsi #music (o Twitter Music) la nuova applicazione di Twitter dedicata alla musica. Nell’aria già da un po’, doveva debuttare il week-end scorso  in concomitanza con il Coachella, uno dei più famosi festival musicali degli Stati Uniti, ma in realtà ancora tutto tace. Ora si sta facendo largo una nuova data di uscita, il 19 aprile. In attesa che #music debutti ufficialmente, è possibile seguire il profilo da cui tutto ha avuto origine #music.

Dopo la possibilità di condividere video della durata di 6 secondi e  di visualizzare fotografie, la notizia un’applicazione per condividere la musica confermerebbe la tendenza di Twitter di essere sempre più un “media company”, cioè di offrire strumenti progettati per condividere e interagire attraverso contenuti interni, anziché portare sulla propria piattaforma servizi di terzi.

Twitter, inoltre, è anche il social più usato dalle star della musica, e può consentire, con un po’ di fortuna, di entrare in contatto reale con loro. Per non dire che alcuni degli account più seguiti sono proprio quelli di popstar internazionali, da Lady Gaga (35 milioni di follower) a Justin Bieber (35,9 milioni).

In cosa consiste #music?

A sentire il conduttore di American Idol Ryan Seacrest l’applicazione è fantastica.

Ryan Seacrest twitta su Twitter Music

A parte questo sembra che #music, grazie a degli algoritmi, sarà in grado di consigliare musica agli utenti in base alle persone che seguono, si potranno inoltre ascoltare soltanto degli estratti di pochi secondi attraverso iTunes o SoundCloud. Ci sarà la possibilità invece di guardare video completi grazie a un accordo con Vevo, la piattaforma di Google in partnership con Universal Music e Sony.

#music consentirà di trovare tutti i brani più in voga del momento, scovando preziosi suggerimenti per scoprire altre canzoni e accedere a link diretti all’acquisto su iTunes. Dovrebbe avere quattro sezioni: oltre alla musica che piace, dovrebbe esserci una sezione di “Suggerimenti“, che mostra agli utenti la musica consigliata, una scheda “Popolarità” per le tracce di tendenza e l’hashtag #NowPlaying che mostra cosa è stato twittato dalle persone che si seguono sul social network.

Non a caso, un anno fa circa, Twitter ha acquisito We Are Hunted, la app ideata da uno sviluppatore australiano che nel 2007 ha generato i cataloghi di tutta la musica che circola in rete, attingendo a blog, social media, bacheche di messaggi. Da questi elenchi è possibile ascoltare la musica in streaming, organizzare classifiche, condividere. Ora compare la sagoma azzurra dell’uccellino che conferma: “We Are Hunted has joined Twitter”. E si informano gli utenti che tutti i profili attivati verranno chiusi.

Per accedere all’applicazione (di cui è disponibile online un’anteprima, per chi volesse già registrarsi) e iniziare ad ascoltare musica, non è necessario essere iscritti a Twitter. In un primo momento, però, il servizio sarà accessibile solo a utenti con sistema operativo IOS.

we are hunted - twitter music

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register