Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Social Media

Facebook Home, bello si’ ma con riserva. Lo vuoi provare in anteprima?

Facebook Home, bello si’ ma con riserva. Lo vuoi provare in anteprima?
3 minuti di lettura

Non ce la fai più ad aspettare per vedere com’è Facebook Home, quello che vestirà il tuo smartphone android come un telefono social 100%?
Il sito MoDaCo è entrato ieri in possesso di una versione beta del nuovo software di Menlo Park che, a fronte di una serie di accorgimenti, è già liberamente installabile su alcuni dispositivi, con tutti i limiti – di stabilità e sicurezza – del caso.
Si legge sul sito che

Per poter utilizzare il leak devi avere un dispositivo Android con una risoluzione massima 1280×768 e devi avere la possibilità di disinstallare completamente la tua attuale App FacebookQuesto passaggio è importante, dal momento che i file APK del leak non possono essere sovra-installate. Il che significa che il leak non sarà sfruttabile nei dispositivi Android che hanno Facebook installato nella Base ROM. In compenso, sarà possibile installarlo negli smartphone Nexus 4 e nei tablet Nexus 7, due apparecchi che non rientrano nella rosa di dispositivi compatibili annunciati giovedì.

Istruzioni per l’installazione della versione beta di Facebook Home

Bisogna installare tre diversi file APK: l’app principale Facebook, l’app SMS Messanger integrata e l’app launcher.
Il processo necessario per l’installazione del leak non è troppo complicato: come prima cosa assicurarsi di avere disinstallato Facebook e Facebook Messanger, dopodiché accedere alle impostazioni dello smartphone e selezionare la possibilità di installare app da fonti sconosciute; poi spostare i tre file APK dal computer al dispositivo Android e, dopo aver scaricato da Google Play un’app File Manager gratuita, lanciare l’app e installare i tre file. Come ultimo passaggio, per poter lanciare finalmente Facebook Home, bisogna accedere a Facebook utilizzando i dati di accesso.

Facebook Home secondo “The Verge”

Per chi non volesse avventurarsi in una simile giungla, riportiamo le considerazione della rivista The Verge su quello che realmente, al di là del bellissimo promo trailer, Facebook Home potrebbe essere.

Facebook Home è innegabilmente bello nella sua interfaccia utente minimalista, ma il contenuto che viene visualizzato non può mai essere mantenuto agli stessi standard, visto che sono i tuoi amici che lo stanno producendo. La propria homescreen sarà qualunque cosa gli amici stanno postando, non importa se è buono, cattivo, o addirittura terribile.

Con alcuni di loro magari sei ancora in contatto, dal 2004 quando Facebook è stato lanciato, e con altri invece no, in tutti i modi quando si preme il pulsante di sospensione per sbloccare il dispositivo, queste sono le immagini che prendono vita sullo schermo.
Con Facebook Home ora può diventare rischioso prestare il telefono a un amico per una chiamata veloce perché chissà cosa troverà quando vedrà la tua homescreen. Figuariamoci se è la fidanzata o il fidanzato a chiederti di prendere in prestito il telefono. Bisogna fare molta attenzione…

Come con Graph Search, Facebook ha dichiarato che prevede di ottimizzare costantemente gli algoritmi che popolano le pagine che stai vedendo, e questi risultati andranno meglio nel tempo. I “cover feed” sono classificati, ha detto il Product Manager Adam Mosseri, il che significa che è meno probabile vedere le foto di chi non “frequenti” digitalmente.

Se Facebook Home vuole decollare – si legge su The Verge – deve rendersi conto che non viviamo in un mondo bello come le sue campagne di marketing. Si potrebbero limitare i “cover feed” solo a quelli dei tuoi amici più cari, o analizzare selettivamente le foto di contenuti contrassegnati da località famose.

“E se i nostri telefoni sono stati progettati intorno alle persone, e non alle applicazioni?” Zuckerberg ha chiesto.
Ma se queste persone sono brutte e non le vedi da cinque anni? Si chiede – giustamente – The Verge.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register