Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / in evidenza / Innovazione / Marketing / Opengovernment

Monitoraggio lavoro flessibile nella P.A. pubblicate le istruzioni operative

Monitoraggio lavoro flessibile nella P.A. pubblicate le istruzioni operative
2 minuti di lettura

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha reso disponibile sul proprio sito il manuale d’uso con le istruzioni operative per l’inserimento on-line dei dati inerenti il monitoraggio online dei rapporti di lavoro flessibile (art. 36, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165) e i relativi adempimenti richiesti dagli O.I.V. (Organismo Indipendente di Valutazione) in materia di conferimento di incarichi dirigenziali (previsti dai commi 39 e 40 dell’articolo unico della legge 28 novembre 2012, n. 190).

L’inserimento dei dati sta avvenendo per fasi progressive in relazione alle varie tipologie di amministrazioni destinatarie. Dal 25 marzo si è iniziato con l’inserimento dei dati da parte delle amministrazioni centrali.

Dal 30 aprile 2013 il monitoraggio verrà progressivamente esteso alle altre amministrazioni – tra cui gli enti locali – destinatarie della normativa.

Le tipologie di lavoro flessibile che sono oggetto della rilevazione sono:

  • i contratti di lavoro a tempo determinato (d.lgs. 6 settembre 2001, n. 368),
  • gli incarichi dirigenziali con contratto di lavoro a tempo determinato (art. 19, comma 6, del d.lgs. n. 165/2001; art. 110, d.lgs. n. 267/2000, art. 15 – septies del d.lgs. n. 502/1992),
  •  i contratti di formazione e lavoro (art. 3 del d.l. n. 726/1984 convertito con modificazioni nella legge n. 863/1984, art. 16 del d.l. n. 299/1994, convertito con modificazioni nella legge n. 451/1994),
  •  i contratti di somministrazione di lavoro e le prestazioni di lavoro accessorio (D. Lgs. 276/2003);
  •  i contratti di lavoro autonomo nella forma della collaborazione coordinata e continuativa (art. 7, comma 6, d.lgs. n. 165/2001);
  • gli accordi di utilizzazione di lavoratori socialmente utili (art. 36, comma 4, d.lgs. n. 165/2001).

Mentre sono esclusi dall’indagine:

  1. a) le collaborazioni occasionali;
  2. b) il patrocinio e la rappresentanza in giudizio dell’amministrazione;
  3. c) gli appalti, i contratti e gli incarichi conferiti nell’ambito delle materie regolate dal codice degli appalti pubblici (d.lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni) per lavori, servizi e forniture;
  4. d) gli incarichi di docenza.

Il monitoraggio sostanzialmente è composto da tre fasi:

  • rilevazione della dotazione organica dell’Amministrazione/Ente;
  • rilevazione degli adempimenti e dei vincoli in materia di programmazione e finanza pubblica;
  • rilevazione delle tipologie contrattuali utilizzate.

ed avviene o mediante l’inserimento diretto di dati o mediante la risposta ad una serie di quesiti standard attraverso la selezione di una delle opzioni previste all’interno di un numero chiuso.

Conseguentemente a tali attività, l’applicazione informatica produce automaticamente il Rapporto informativo previsto dall’art. 36, comma 3, del d.lgs. n. 165/2001.

Il sistema, per ciascuna amministrazione, rimarrà aperto, per ciascun comparto/tipologia di amministrazione, per 2 mesi dalla data di apertura della rilevazione e, comunque, non oltre il 30 giugno 2013.

Il sistema “Monitoraggio del lavoro flessibile” è raggiungibile al link: http://www.magellanopa.it/lavoroflessibile/

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Foto del profilo di Alessio Sfienti
Appassionato del mondo Linux e della filosofia Open Source, da anni si occupa della cura di periodici e siti web di consulenza dedicati alla Pubblica Amministrazione

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register