Amazon compra Goodreads, un matrimonio annunciato

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  29 marzo, 2013  |  Nessun commento
29 marzo, 2013
goodreads

Visite: 868

Amazon ha acquistato Goodreads – San Francisco, CA – il social network di raccomandazioni e recensioni on line di libri che dal 2007, quando è stato fondato, ha raccolto attorno a sé la più ampia community di autori e lettori: conta ad oggi più di 16 milioni di membri e si stima che negli ultimi 90 giorni i membri di Goodreads abbiano aggiunto più di quattro libri al secondo sulla propria scaffalatura virtuale.
Un’altra conferma dell’inarrestabile fenomeno delle recensioni on line, dell’importanza della web reputation e dello storytelling, che riguardi un albergo, un ristorante o un libro che abbiamo amato. Un fenomeno che, in questo caso gli editori, non potranno trascurare.
Inizia così  l’annuncio del fondatore di Goodreads Otis Chandler riguardo all’acquisizione da parte di Amazon:

When Elizabeth and I started Goodreads from my living room seven years ago, we set out to create a better way for people to find and share books they love. It’s been a wild ride seeing how the company has grown and watching as more than 16 million readers from across the globe have joined Goodreads and connected over a passion for books.

Quando Elizabeth ed io (Otis Chandler ndr) concepimmo Goodreads dal nostro soggiorno di casa 7 anni fa, volevamo creare un modo migliore per le persone di trovare e condividere i libri che amavano. E’ stata una corsa sfrenata vedere come l’azienda è cresciuta e vedere come più di 16 milioni di lettori di tutto il mondo si collegano a Goodreads per condividere la loro passione per i libri.

Goodreads - Otis ed Elizabeth Chandler

Il matrimonio tra Goodreads e Amazon appare come un’evoluzione naturale, scritta già nelle cose, quasi obbligata.
Come ha detto Hugh Howey, autore del best-seller WOOL, “il posto migliore per discutere di libri si unisce con il posto migliore in cui comprarli”.
E come lo stesso Otis dice

We truly could not think of a more perfect partner for Goodreads as we both share a love of books and an appreciation for the authors who write them
Non potevamo davvero pensare a un partner più perfetto con cui condividere l’amore per i libri e per i loro autori

L’acquisizione, i cui termini non sono ancora stati resi noti ma che dovrebbe chiudersi nel secondo trimestre del 2013, è stata annunciata proprio ieri dal colosso dell’e-commerce internazionale.

“Amazon e Goodreads condividono la stessa passione per la lettura – si legge nel comunicato stampa rilasciato ieri - Goodreads ha contribuito a cambiare il modo in cui scoprire e discutere di libri e con il Kindle  Amazon ha contribuito a espandere la lettura in tutto il mondo. Inoltre, sia Amazon che Goodreads hanno aiutato migliaia di autori a raggiungere un pubblico più ampio. Insieme vogliamo costruire altri modi per soddisfare lettori e autori” ha dichiarato Russ Grandinetti, Amazon Vice President, Kindle Content.

“I libri – e le storie e le idee che troviamo al loro interno – sono parte del nostro tessuto sociale”, ha detto Otis Chandler, Goodreads CEO e suo co-fondatore. “La gente ama parlare di idee e condividere la loro passione per le storie che leggono. Sono incredibilmente eccitato per l’opportunità di collaborare con Amazon e Kindle. Saremo in grado di portare molto più velocemente l’esperienza di Goodreads a milioni di lettori in tutto il mondo. Non vediamo l’ora di ispirare una maggiore discussione letteraria e di aiutare i lettori a trovare altri grandi libri, che leggono in stampa o in digitale “.

Come Facebook non poteva che acquisire Instagram, così Amazon non poteva che acquisire Goodreads.
E così come Pinterest è per le aziende di arredamento moda e cucina una imperdibile opportunità di marketing, così lo sarà Goodreads per un editore.
Senza dubbio lo è per il più grande market on line di libri, Amazon, che infatti se l’è comprata.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: