Cloud working, le nuove tecnologie applicate alla crisi del mercato del lavoro. Il caso Twago

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  27 marzo, 2013  |  Nessun commento
27 marzo, 2013
twago

Visite: 1122

La crisi del mercato del lavoro sta incentivando il self employment e la pervasività delle nuove tecnologie favorisce la possibilità di accedere ad internet a livello mondiale, portando a un radicale cambiamento nel mondo del lavoro. Il risultato? che la crescita di alcune aziende del comparto è esponenziale e twago,  la startup con sede a Berlino, ne è una dimostrazione: è diventata in pochi anni una delle realtà di riferimento nel mercato del cloud working.

Nel 2012 l’azienda ha visto crescere del 287% il valore dei progetti affidati ai freelance, sino a raggiungere i € 50,3 milioni, di cui il 23% per il mercato italiano. Sono inoltre 1,6 milioni (una crescita del 164% sull’anno precedente) le ore lavoro assegnate a freelance, agenzie e professionisti.

Il funzionamento è molto semplice: l’organizzazione in cerca di un professionista inserisce sul sito Twago.it l’annuncio del progetto, comprensivo di budget e di tempi di realizzazione, e la comunità dei freelance iscritti risponde, se interessata, alla “chiamata”.

Il 2012 è stato per twago l’anno di maggior successo dal momento del suo lancio sul mercato. Silvia Foglia, Country Manager per l’Italia, ha così commentato i positivi dati di chiusura dell’anno: “Il mercato statunitense, rispetto a quello europeo, è sicuramente più maturo ed inserito nel mondo del cloud working. In Europa infatti, lo sviluppo di questa realtà lavorativa è cominciato da poco, ma ha un potenziale enorme e siamo entusiasti di essere i leader di un mercato con un così alto potenziale di sviluppo”.

Uno sviluppo eccezionale a partire dalla fondazione dell’azienda nel 2010: ad oggi twago ha gestito progetti per un valore di oltre € 80 milioni. Con un tasso di crescita del 287%, nel 2012 l’azienda ha potuto creare nuovi posti di lavoro e raddoppiare il numero dei suoi dipendenti da 30 a 60.

Attualmente, più di 180 mila tra freelance, agenzie  e professionisti offrono i loro servizi sulla piattaforma di twago, segnando un aumento del 40% rispetto allo scorso anno. Ma il futuro è appena cominciato: teamwork across global services – una vision nata recentemente, ma che già rappresenta la vita lavorativa quotidiana di tutti i clienti e  fornitori presenti sulla piattaforma www.twago.it.
Al giorno d’oggi, grazie ai dispositivi mobili come smartphone e tablet, si è in grado di lavorare sempre e ovunque, sia a casa che in viaggio. Il nuovo mondo del lavoro offre opportunità interessanti sia per le aziende che per i liberi professionisti.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: