Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Talking Shoe, la scarpa smart e social di Google

Talking Shoe, la scarpa smart e social di Google
1 minuti di lettura

Indossare la tecnologia, è questa la direzione che i big dell’ICT stanno seguendo. Basta guardare gli ultimi device su cui Apple e Google si stanno concentrando (e rincorrendo) per capire che gli smartphone e i tablet da soli non sono più sufficienti a comunicare la realtà, ma devono parlare direttamente con il nostro corpo: ci riferiamo all’iWatch e ai computer indossabili di Cupertino, ai Google Glass e – ora – alla Talking Shoe, la smart shoe di Mountain View di cui è stato presentato il prototipo al SXSW (South by Southwest), festival musicale e cinematografico che si tiene ogni anno ad Austin (8-17 marzo).

Al momento si tratta di un esperimento, piuttosto lontano dall’essere messo sul mercato, ma le intenzioni di sviluppare l’interazione uomo-macchina – dove la macchina è sempre più parlante – e l’Internet of  Things sono chiare: lo staff tecnico e creativo di Google ha preso un paio di Adidas, vi ha applicato un sensore di pressione, un accelerometro, un giroscopio, un altoparlante sulla linguetta e un SoC. Attraverso il collegamento bluetooth con un dispositivo mobile, Android naturalmente, la scarpa trasmette i dati allo smartphone – anche veri e propri messaggi del tipo “campioni dello stare seduti in poltrona” – da cui si possono inviare gli aggiornamenti ai social network.

La Talking Shoe fa parte di un più ampio progetto di Google che si chiama Art, Copy & Code, il cui  obiettivo è creare campagne pubblicitarie o nuovi prodotti ad elevato tasso di creatività e tecnologia. Nomi celebri come Volkswagen, Burberry e Adidas – appunto – stanno partecipando al progetto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>