Ruzzle mania: la carica dei 30 mila al campionato italiano

Scritto da:     Tags:      Data di inserimento:  8 marzo, 2013  |  Nessun commento
8 marzo, 2013
Il campionato italiano di ruzzle scatta lunedì 11 marzo

Visite: 1057

Più che un tormentone, è una sorta di “must”. Alzi la mano chi, almeno una volta, non ha giocato a Ruzzle. L’applicazione – paroliere per smartphone Ios e Android più gettonata dell’Universo, che anche sui social network spopola, si appresta al fisiologico passo successivo di tutte le competizioni che si rispettino. Un campionato italiano, con regole precise, premi, riconoscimenti e tutti i crismi della consuetudine.

Del resto, se il gioco della MAG Interactive ha rapito addirittura 25 milioni di giocatori in tutto il mondo7 milioni solo in Italia -, che per una parola a 12 lettere pagherebbero non si sa quale cifra, bisogna assolutamente cavalcare l’onda: e così da lunedì 11 marzo, scatta il primo Campionato nazionale di Ruzzle, con tanto di sito dedicato (www.ruzzoliamo.it), dove è possibile iscriversi gratuitamente.

Si otterranno subito sei vite (se ci si iscrive entro domenica 10 marzo, solo cinque per chi arriva all’ultimo secondo…) che verranno scalate in caso di sconfitta negli incontri “uno contro uno”Il 14 aprile sarà decretato il vincitore con il maggior numero di punti. Il sistema è quello di una competizione uno contro uno, come nel gioco tradizionale. Ogni giocatore che vince una partita sale di un livello, chi viene battuto perde una delle vite: in 120 secondi, quindi, la mente impazzisce per cercare quante più combinazioni possibili nella griglia di 16 lettere.

Oltre ai premi settimanali, il vincitore del campionato si aggiudicherà un computer Mac Book Pro, mentre il secondo e il terzo classificato porteranno a casa buoni acquisto da 500 e 300 euro per prodotti tecnologici. Non solo: ogni campionato che si rispetti ha i suoi premi speciali, e allora ecco L’assiduo per chi ha giocato più partite durante la settimana o Il fenomeno per chi ha raggiunto il punteggio più alto in una sola partita.

 

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: